Warning! Laterza, osservatore Genoa: “Tre giovani pronti al salto. Che bravo Mandragora”

451

C’è un mondo nascosto dietro il luccichio del calcio più blasonato. Palloni che rotolano tra gli occhi sempre attenti di scout infaticabili, chiamati dalle società a frullare le menti, allungare l’occhio e produrre la giusta intuizione. Nel racconto di questa storia, decidiamo di servirci di una buona dose di curiosità e un convinto spirito di esplorazione. Indaghiamo su nomi e prospettive, scegliamo competenze, professionalità e relativi profili. Come quello di Marcello Laterza, osservatore del Genoa con un passato anche a Vicenza, operativo sui settori giovanili, ovvero sui ragazzi che mangiano l’erba per arrivare con ambizione fra i grandi.

Incalzato dalle nostre domande, ci racconta dei più fantasiosi, con la premessa che tanti altri, non nominati per tempo e inevitabile selezione, meriterebbero comunque spazio e menzione. “Quel Castrovilli lì, del Bari, è molto bravo“, ci dice. “Una volta contro il Pescara ha fatto il fenomeno, fece due gol. Da ciò che mi risulta è ora sotto l’importante procura di Di Campli. Può ambire alla Lega Pro o alla B. Certo, anche nella prima squadra del Bari poteva già avere qualche chance in più quest’anno… E poi c’è Mele, del Pescara, un bel centrocampista, un regista. Pellegri del Genoa è un classe 2001 ma gioca già con quelli del 1999 ed è nazionale Under 17. Piace a Manchester United e Juventus”.

A proposito di Genoa e Juve… “Juric merita questa chance in panchina. Ha già allenato Allievi e Primavera, costruendo un gruppo di giovani interessanti. In passato c’erano giocatori come Perotti, adesso sta cambiando tutto. So che Pavoletti andrà via. Ansaldi a me piace tanto, anche Rincon è di prospettiva. Perin, sono sincero, in passato mi entusiasmava poco, ora sì, forse a Pescara è stato lanciato troppo precocemente. Della Juve mi piace Zaza. L’attacco è ok con Dybala e Mandzukic, e leggo anche di Cavani…”.

Notorio bacino di talenti è quello del Pescara, neopromosso in Serie A. Queste le sensazioni di Laterza… “Caprari e Lapadula penso andranno alla Juventus più che al Napoli, per essere girati poi a squadre come Sassuolo o Empoli. Lapadula è un attaccante completo, protegge alla grande il pallone, è un attaccante nuovo. Merita anche Verre, di proprietà dell’Udinese, ma soprattutto Mandragora, classe 97, un centrocampista importante e che conosco benissimo”.

Un appunto, infine, sulla Nazionale“E’ molto compatta, lo spirito di gruppo prevale sulla poca qualità. Ciò ha dato adito a Conte di portare avanti un progetto. Comprensibile allora che non abbia convocato ad esempio Jorginho, bensì uno come Sturaro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.