World League 2017: Nessuna rivincita, è 1-3 contro il Brasile

284

World League 2017: contro il Brasile Blengini cambia formazione, ma questo non è servito, infatti contro i verde-oro è 1-3 nell’ultima partita del weekend pesarese di World League. Fa il suo esordio da titolare il capitano Simone Buti, che prende il posto di uno spento Candellaro. L’Italia schiera quindi Giannelli in regia, Vettori opposto, Lanza e Randazzo schiacciatori, Buti e Piano centrali, Colaci libero.

Il primo set parte punto a punto per poi vedere il Brasile prendere il largo, però la partita però è diversa da quanto visto contro la Polonia il giorno prima, e anche se il set è andato perduto, il proseguo della gara promette bene.

Il secondo set si apre con un cambio nel ruolo di schiacciatore, fuori un Randazzo poco efficace e dentro Oleg Antonov. E proprio lui con i suoi servizi, in coppia con un Lanza molto ispirato, a farci vincere il set, portando quindi il risultato in parità. Il CT azzurro ha finalmente trovato una nuova carta da giocare, è il figlio d’arte Antonov, classe 1988, russo di nascita e nativo di Mosca ma italiano nel cuore.

Nel terzo set l’Italia parte bene e riesce a restare in scia ai brasiliani (che ricordiamo non avrebbero neanche bisogno di punti poiché in qualità di paese ospitante della Final Six sono già qualificati). Continua l’ottima prestazione di Antonov (da ricordare soprattutto l’appoggio sul collo di un avversario), che con Vettori e Lanza dimostrano ancora di avere una buona intesa, una carta questa utile per il futuro della giovane nazionale di Blengini. L’Italia si porta a un passo dal set, ma improvvisamente si spegne l’interruttore, e complice il servizio di Lucarelli, l’Italia perde il set: gli Azzurri spesso incorrono in questi black-out, che pregiudicano in molti casi le partite stesse. Probabilmente, è l’esperienza a mancare agli italiani, e il saper gestire i momenti cruciali. Blengini e Buti dovranno lavorarci molto sopra se l’Italia vuole tornare a vincere qualcosa.

Il Brasile si porta subito avanti nel quarto, ma gli Azzurri cercano di restare in gioco, riuscendo anche verso metà set a raggiungere la parità. C’è però un nuovo momento di crisi e i verde-oro trovano un nuovo allungo che li porterà a chiudere in proprio favore anche questo set e quindi l’intera partita.

Si conclude così il weekend italiano di World League, con una vittoria e due sconfitte. Adesso la strada per gli Azzurri è in salita, il CT avrà tanto su cui lavorare. Ora si fanno le valigie e si parte per Pau (Francia), dove nel prossimo fine settimana l’Italia affronterà i padroni di casa, la Russia e gli USA, che di certo non rappresentano una passeggiata. La Final Six non appare poi così vicina.

 

Italia-Brasile 1-3 (15-25, 25-17, 23-25, 22-25)
Italia: Giannelli 4, Lanza 11, Buti 11, Vettori 19, Randazzo 1, Piano 8. Libero: Colaci. Antonov 11, Pesaresi, Balaso, Sabbi 1, Botto 1. All. Blengini
Brasile: Mauricio 10, M. Souza 8, Bruno 1, Lucarelli 15, Eder 7, Evandro 19. Libero: Brendle. Otavio, Renan 3, Radke, Rodriguinho 1. All. Dal Zotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.