WWE – Tutti i risultati di Battleground 2016

239




Nella notte si è tenuto Battleground, ultimo PPV della WWE, che prevede la presenza di lottatori appartenenti sia al roster di Raw, sia a quello di Smackdown.

Nel “kick-off match”, match che precede il PPV, visibile in chiaro sul canale Youtube della federazione di Stamford, il team formato da Tyler Breeze e Fandango, ha sconfitto i gemelli Jimmy e Jey Uso, grazie allo schienamento vincente di Tyler Breeze su Jimmy Uso, avvenuto con un roll-up, dopo che lo stresso Breeze ha neutralizzato con le ginocchia un tentativo di splash dal paletto del samoano.

Nel match d’apertura del PPV, scontro 2 vs 2 femminile, tra la campionessa femminile Charlotte (figlia dell’Hall of Famer Ric Flair) e Dana Brooke, che hanno affrontato la contendente al titolo, Sasha Banks e Bayley, lottatrice del settore di sviluppo, amatissima dal pubblico, che dunque debutta nel main roster WWE.

Vittoria per il team formato dalla Banks e Bayley, con la prima che fa cedere la campionessa Charlotte, grazie alla “Banks Statement”, rilanciando ulteriormente la sua candidatura al titolo femminile, che molto probabilmente avrà luogo a Summerslam, prossimo PPV targato WWE.

Vittoria della Wyatt Family sul New Day, stable che pochi giorni fa ha raggiunto il record di team rimasto campione di coppia per più tempo, ovvero da ben 344 giorni.

Vittoria avvenuta grazie al leader Bray Wyatt, che ha schienato Xavier Woods, dopo aver effettuato la sua classica camminata stile ragno, prima di chiudere con la “Sister Abigail”.

Nel match valido per il titolo USA, il bulgaro Rusev ha sconfitto abbastanza agevolmente lo sfidante, Zack Ryder, tramite la “Accolade”, mossa di sottomissione, autentico marchio di fabbrica del wrestler balcanico.

Spettacolare, invece, il match tra Sami Zayn e Kevin Owens, incontro che dovrebbe aver messo definitivamente fine alla lunghissima faida tra i due e seriamente candidato a “Match dell’anno”.

A spuntarla è Sami Zayn, che nel finale, resiste stoicamente alla Pop-Up Powerbomb di Owens, rialzandosi e colpendolo prima con due spettacolari suplex, poi con il suo Helluvakick.

Zayn, non ne ha abbastanza e non schiena Owens, ma lo abbraccia e lo posiziona sull’angolo, per poi chiudere definitivamente l’incontro con un altro Helluvakick e lo schienamento vincente.

Nel secondo match femminile della serata, Natalya ha sconfitto l’irlandese Becky Lynch per sottomissione, grazie alla Sharpshooter.

Il match valido per il titolo Intercontinentale, tra The Miz e lo sfidante Darren Young si è concluso con una doppia squalifica: in virtù di ciò, The Miz si è confermato Campione Intercontinentale.

Nel match 3vs3 tra il Club, formato dal leader AJ Styles e dai suoi seguaci Karl Anderson e Luke Gallows e il team formato dal 15 volte campione mondiale John Cena e da Enzo Amore e Big Cass, vittoria per il team capitanato da Cena.

Vittoria arrivata grazie ad una spettacolare Attitude Adjustment di Cena su Styles, direttamente dalla terza corda.

Nel segmento pre-main event, c’è stato il ritorno di Randy Orton, fuori da ben 9 mesi causa infortunio, ospite dell'”Highlight Reel”, show condotto da Chris Jericho.

Segmento che ovviamente si è concluso con una RKO di Orton su Jericho, dopo il più classico dei botta e risposta verbale tra i due.

Nel Main Event della serata, valido per il titolo mondiale WWE, Dean Ambrose ha sconfitto i suoi ex compagni dello “Shield”, Seth Rollins e Roman Reings, quest’ultimo al ritorno dopo un mese di squalifica a causa del fallimento di un test antidoping e fischiatissimo dall’arena.

Vittoria di rapina per Ambrose, che prima ha interrotto lo schienamento di Reigns su Rollins, avvenuto dopo una Spear, poi ha colpito”l’amico” di mille battaglie con la sua Dirty Deeds, che gli sono valsi vittoria e conferma del titolo mondiale WWE.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.