Romagnoli: l’impavido imperatore romano-milanese, innamorato della Lazio

49

Alessio Romagnoli è un simbolo ormai del Milan. Da quando arrivò giovanissimo ha impiegato un po’ di tempo per ottenere fiducia e per diventare il capitano. Nonostante un accordo contrattuale che tarda ad arrivare, il numero 13 del Milan è una garanzia di affidabilità. Ma sappiamo davvero tutto di lui?

Alessio Romagnoli: caratteristiche e statistiche

Alessio Romagnoli, nasce nel 1995 ad Anzio, vicino alla Capitale. Dal 2003 a fine 2012 ha fatto parte delle giovanili della Roma, poi è passato in prima squadra e ci è rimasto fino al 2014. Nella stagione seguente viene dato in prestito alla Sampdoria, mentre l’anno dopo, per la precisione nell’agosto 2015, viene ceduto definitivamente al Milan, che per lui sborsa ben 25 milioni di euro.
Dalla stagione 2018/2019 diventa capitano, pur avendo solo 23 anni – il più giovane del Milan post-Baresi- e per il secondo anno di fila risulta uno dei migliori in campo, grazie alla sua versatilità e all’intelligenza tattica.

Romagnoli e la scelta della maglia al Milan

Grande tifoso del MotoGP, in particolare di Valentino Rossi, l’opzione iniziale del numero 46 in suo onore, viene subito rimpiazzata dalla richiesta del difensore –che viene accettata- di avere la 13, che era di Alessandro Nesta, per il quale nutre profonda stima.

‘Oh capitano, mio capitano!’

Purtroppo il suo stato psicofisico è ultimamente sottotono e le performance non all’altezza delle aspettative.
È il nostro capitano, ha dato tantissimo, ha bisogno solamente di riposare” ha sottolineato il tecnico Pioli in una conferenza stampa di fine febbraio.
In effetti, tra Coppa Italia, Serie A ed Europa League le partite giocate sono state 26 in 120 giorni (vale a dire una media di 1 gara ogni 4 giorni circa).
Anche per questa ragione, nella partita del 28 febbraio Roma-Milan, Romagnoli è rimasto in panchina proprio quando si giocava contro la squadra che lo ha lanciato e il motivo è una scelta tecnica, derivante dagli scarsi ultimi risultati del team sia in Serie A che in Europa League. Questo è un evento che non era mai accaduto, da quando il giovane campione veste la maglia rossonera.

Fikayo Tomori come possibile futuro sostituto di Romagnoli

In quella sfida al suo posto viene piazzato Fikayo Tomori, che al momento è in una sorta di competizione con lui, viste le buone prestazioni del 23enne canadese e data l’esosa richiesta dell’ex romanista, fattori che potrebbero incidere notevolmente sul rinnovo di contratto, attualmente in scadenza nel 2022. La cifra di cui si parla va dai 5 ai 6 milioni di euro a stagione, contro i 3,5 percepiti attualmente, che non sono sicuramente pochi per le tasche del club milanese, il quale sta valutando attentamente il da farsi per il futuro, verosimilmente non prima di un paio di mesi.
L’alternativa potrebbe essere il riscatto dal Chelsea di Tomori per 28 milioni di euro e la cessione di Romagnoli per circa 20 milioni.

Le riflessioni di Pioli e Strasser sui due difensori

Dopo la partita del 6 marzo vinta contro l’Hellas Verona, in cui il 26enne si è infortunato (nello specifico problemi di origine muscolare) queste sono le parole di Pioli ai microfoni di Sky :” Tomori è arrivato da poco, ma ci dà caratteristiche importanti che non avevamo” e a seguire: “Ho tre titolari, lui, Kjaer e Romagnoli. Come ha reagito Alessio? Da professionista“.
Alcuni giorni dopo, Rodney Strasser, ex centrocampista del Milan, fa una riflessione a Milannews.it apparentemente scontata, ma in realtà interessante: “Fare delle scelte è un compito che spetta all’allenatore. Romagnoli ha fatto bene per tanti anni con il Milan. Nel calcio di oggi, anche se fai bene 10 anni e male per un anno, iniziano a criticare. Lui è un grande giocatore, ha già fatto tante cose buone. Il capitano è il capitano, non si discute“.

Quando rientra Romagnoli?

Negli ultimi giorni, il giornalista di Sky Sport Emanuele Baiocchini ha pronunciato le seguenti parole ai microfoni dell’emittente: “Romagnoli ha sostenuto tutto l’allenamento con il resto del gruppo. Possiamo parlare di calciatore recuperato per i rossoneri in vista del Manchester United”. Pertanto Pioli sembra intenzionato a schierarlo per l’imminente match di stasera 18 marzo, proprio contro i Red Devils.

Romagnoli fidanzata attuale: ecco chi è

Per quanto riguarda la vita sentimentale del centrale difensivo, il suo carattere riservato non ci consente di aver molte notizie certe, ma parrebbe che alcuni anni fa abbia avuto una storia con Veronica Bagnoli, ex modella e protagonista di un’edizione della trasmissione Temptation Island e in seguito con Eleonora Utini, anch’essa modella, che ha partecipato nel 2013 a Miss Italia come Miss Lazio.
Nel 2019, secondo un noto giornale, il numero 13 avrebbe avuto una frequentazione in gran segreto con l’ennesima indossatrice e influencer, che risponde al nome Soleil Sorge, prima che lei entrasse nel reality L’Isola dei Famosi e cominciasse una relazione con Jeremias Rodriguez, fratello della bellissima Belen. Lei è un’ex corteggiatrice di Uomini e Donne, ha partecipato a Miss Italia 2014 come Miss Lotto Sport, è stata conduttrice di diverse trasmissioni in onda su reti locali della capitale e il network Roma TV la sceglie come volto del programma Roma Now, nato per il pubblico americano –la spigliata ragazza è per metà statunitense- e questa collaborazione potrebbe risultare un trait d’union con il calciatore, pur potendo essere anche solo una coincidenza.

Prima dell’entrata al Grande Fratello Vip della nota influencer Giulia Salemi, anche lei proveniente dal mondo della moda e finalista in un’edizione del sopracitato concorso di bellezza, erano circolate voci su una possibile liaison con l’asso del Milan, ribadite in seguito anche da una voce che, al di fuori delle casa più spiata d’Italia, grida il nome ‘Alessio’, abbinandolo alla ragazza. L’interessato ha smentito in maniera categorica, così come ha confermato uno dei re del gossip Gabriele Parpiglia, perciò sembrerebbe che questa sia solo una fake news e che oltretutto il bel difensore sia attualmente ‘fidanzatissimo’ e la fortunata in questione sarebbe la sua precedente fidanzata Eleonora.

Il cuore di Romagnoli è colorato di bianco e azzurro

Anche se ha dichiarato di dare sempre il massimo per il team del ‘Diavolo’, spera di finire la sua carriera con la Lazio, che da sempre ha nel cuore e non l’ha mai tenuto nascosto, dimostrandolo anche sui social apertamente, senza paura delle critiche.
Pubblicare una foto con la maglia della Lazio, nel periodo in cui giocava alla Roma e poi anni dopo fare un collage di scatti significativi della sua vita, in cui al centro ce n’è proprio uno in cui indossa la maglia laziale, è un gesto piuttosto azzardato che l’ha reso – e probabilmente lo renderà sempre- bersaglio di dissensi da parte dei giallorossi e dei rossoneri (e allo stesso tempo, chiaramente, elogi da parte dei biancocelesti).
Questo atteggiamento si può considerare ammirevole, poiché non capita spesso di trovare giovani sportivi così coraggiosi e determinati a seguire con fermezza i propri sogni e le proprie passioni, valori sicuramente trasmessogli dai genitori, i quali hanno sacrificato il loro negozio di famiglia per poter accompagnare lui e il fratello maggiore Mirko ai loro primi allenamenti.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.