martedì 15 Settembre 2020
abbonamenti Studio Samo

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

Sandro Tonali Italia ac Milan

Sandro Tonali il nuovo numero 8 del Milan

Sandro Tonali è a Milanello per le visite mediche con il Milan Il classe 2000 Sandro Tonali è finalmente arrivato a Milano per sottoporsi alle visite mediche con la squadra rossonera. Nato a Lodi, il centrocampista ha giocato le ultime 3 stagioni a Brescia impressionando per continuità e recupero palla. Sandro Tonali ha anche il vizietto del goal e calcia...

Bidoni Storici – Milan, ti ricordi di Zizi Roberts?

Bidoni Storici, la rubrica che rispolvera dal passato, tutti i bidoni che hanno avuto il privilegio di calcare i campi della nostra Serie A. Nella nostra rubrica “Bidoni Storici”, oggi parliamo di Zizi Roberts, attaccante liberiano, classe 1979. Comincia la sua carriera giovanissimo, a soli 15 anni, quando con la maglia del Junior Professional, conquista la promozione nella massima serie liberiana. Nella stessa annata,...
Brahim Diaz Real Madrid Milan

Brahim Diaz: il nuovo gioiello rossonero

Brahim Diaz è già a Milano per le visite mediche Il giovane spagnolo è arrivato a Milano per rinforzare l'attacco del Milan. In prestito dal Real Madrid con diritto di riscatto, cercherà di ritagliarsi uno spazio dietro a Ibrahimovic e Rebic come ala sinistra o destra per cambiare lo schema d'attacco rossonero. La storia: dal Malaga al Manchester City Brahim Abdelkader Díaz...
Ibrahimovic il mercato del Milan

Ibrahimovic: rinnovo ufficiale!

Numero 11 Milan Come 10 anni fa, quando arrivò per la seconda volta a Milano. Stessa data e stessa maglia: la bona sorte, si direbbe. Zlatan e il Milan ripartono dalla cabala e dalle coincidenze fiduciosi per la prossima stagione. Lo svedese dovrebbe essere a Milano oggi e firmare un contratto di un anno a 7 milioni di euro! Il Milan...
emil roback milan

Emil Roback: il talentino svedese voluto da Ibrahimovic

Non si capisce bene ancora se, come molti pensano, l'arrivo di Emil Roback sia garanzia che il Milan e Ibrahimovic proseguano ancora per un anno. Una trattativa non semplice e con tempi strettissimi (il Milan il 7 deve giocare il preliminare per accedere all'Europa League) che ora come ora sta allungandosi un po' troppo (qui tutte le fasi della...
pierre kalulu

Pierre Kalulu: chi è il nuovo acquisto del Milan

Dopo l'approdo in Europa League, con il sesto posto meritatissimo e figlio di una rimonta pazzesca, la squadra del Milan pensa a rinforzarsi. E uno dei problemi cronici della formazione rossonera è il ricambio sulle fasce difensive. Quest'anno, dopo un periodo di lungo appannamento, a destra il giovane Davide Calabria si è riproposto come terzino valido, ma i ricambi...
giacomo bonaventura addio

Jack Bonaventura: si spengono le luci a San Siro

Addio Bonaventura: l'eroe silenzioso A vederlo così, genuflesso in mezzo al campo, in mezzo al campo vuoto fa male. Nel silenzio tombale di uno stadio senza i 60.000 che l'hanno amato ed esaltato, fa male. Molto male. Perché Jack, lo diciamo da milanisti e da romantici, questo finale non se lo meritava. Un eroe silenzioso, sempre a posto, garbato e disponibile....
Cessione Milan Arnault

Cessione Milan: si tratta con Arnault. Anche SportMediaset sgancia la bomba

Cessione Milan Arnault: anche SportMediaset segue la pista L'eventuale cessione Milan Arnault prosegue nel farsi strada tra le notizie di moltissimi quotidiani sportivi e le relative trasmissioni televisive. Nonostante continuino i silenzi e le smentite, doverosi, sia fosse vera la "bomba", sia fosse finta, ci sono numerosi addetti ai lavori, soprattutto in ambito finanziario, a darla più che concreta. Tra l'altro...
Ante Rebic

Ante Rebic: da flop iniziale, a top finale. Che spettacolo!

Ante Rebic ha trovato la quadra. Pioli e Ibra i principali fautori di questo cambio di rotta Rebic è ormai diventato un giocatore fondamentale per il Milan. Da gennaio in poi si è completamente trasformato, diventando a tratti insostituibile e pedina importantissima per lo scacchiere di Mister Pioli. In doppia cifra per quanto riguarda i gol e prezioso assist man. Anche...
chi è Rangnick

Colpo di scena Milan! Pioli resta e Rangnick rinnova con il Lipsia

Ralf Rangnick al Milan: salta Clamoroso, altre parole non ci sono, se non clamoroso! Stefano Pioli è il prossimo allenatore del Milan. Ralf Rangnick quasi sicuramente resta al Lipsia, con cui rinnoverà.  Il Milan ha deciso di puntare sul rinnovo del tecnico, che da traghettatore improvvisato diventa un progetto ufficiale. Lo confermano Sky in diretta e l'esperto di mercato Gianluca Di...