sabato 23 Novembre 2019
Sarri contro in panchina contro il Milan

Il gioco di Sarri o Sarri- ball: la strada è ancora lunga

Il gioco di Sarri dal punto di vista tattico: un'analisi Si è adattato velocemente alla filosofia della Juventus. Maurizio Sarri ha capito che il percorso verso il gioco può essere lungo e difficile, ma quello che conta prima di tutto alla Juventus sono i risultati. Così il famoso Sarri - ball, non si è ancora visto in casa bianconera. Anche,...

Juve – Milan: la Joya di essere primi

Campioni alla riscossa Questo sembra davvero l'anno dei redivivi; prima Higuain, poi Dybala, dopo aver preteso di restare a Torino, stanno dimostrando coi fatti il perché di questa scelta. Proprio Paolino, entrato a pochi minuti dalla fine, ha provveduto a darci la vittoria con una giocata da campione. La partita Il Milan è venuto a Torino cercando di portare a casa il...
lokomotiv juventus

Lokomotiv-Juventus: la pazzia al potere

Lokomotiv-Juventus 1-2: una follia finale del brasiliano regala la gioia ai tifosi Partiamo dalla fine: un goal come quello del nostro Flash non è normale. Solo un cervello perfido e malefico può, non solo realizzarlo, ma anche unicamente pensarlo. E' stata un'orgia di piacere calcistico provata pochissime volte, un crescendo rossiniano di bellezza, pazzia, tecnica, anarchia sportiva che ha fatto...

Juventus: Da Torino a Mosca in un viaggio per sognare

Lokomotiv-Juventus: un punto per raggiunger il primo obbiettivo stagionale Ci siamo. Domani si potrà raggiungere il primo (mini) traguardo stagionale, ovvero la qualificazione agli ottavi di Champions. Ci basta un solo punto (ma è sempre meglio portarne a casa tre) per qualificarci con due turni di anticipo e per poterci concentrare sul campionato e la Supercoppa. Non sarà facile raggiungerlo, vuoi perché...

Juve all’ultimo respiro

Un minuto per la gloria E tre punti furono. Dopo una rincorsa durata 98 minuti, un Genoa messo ottimamente in campo da Thiago Motta e un po' di distrazioni assortite, siamo riusciti a portare a casa la partita nonostante ci fossero tutte le premesse per farla terminare nuovamente in pareggio. Inizio compassato La cosa che mi sta stupendo negli ultimi tempi è...

Juve: vorrei ma non posso

Una partita strana Quella di ieri, è stata davvero una partita da "vorrei ma non posso"; dominio incontrastato dall'inizio alla fine ma con un bottino magrissimo fatto di un solo goal e per giunta su rigore. Il Lecce si è difeso in modo ordinato e ha avuto in Gabriel un grande angelo custode. Approccio soft La partita è cominciata piano con il...

Juve: una Joya incontenibile

Che Joya! Ah le critiche. Io stesso, lo scorso anno, ho criticato duramente Dybala per il suo gioco indisponente, svogliato ed abulico. Cosa sta facendo la differenza quest’anno? La voglia di voler spaccare il mondo, di correre e sudare. Certo, ancora spesso ricade nei soliti problemi come il voler fare il fenomeno a tutti i costi ma va bene così. Lokomotiv...
miralem pjanic

La Juve rischia ma resta in vetta: conferma Pjanic e tre auspici per l’autunno

Tre punti d’oro: non possiamo definire altrimenti questa vittoria cruciale contro il Bologna, perché dopo ogni pausa-nazionale fare bottino pieno è tutt’altro che semplice! La Juve sceglie i migliori, dall’Europa al Sudamerica (guardate i titolari bianconeri di stasera: 10 Paesi rappresentati) e il rovescio della medaglia è uno spogliatoio di giramondo affaticati dal doppio impegno in patria: “Bentancur l’ho visto...
sarri

Sarri e la morte dei luoghi comuni

Il gioco di Sarri: integralista, macché! La realtà è molto diversa dalle ipotesi estive e lo sta dimostrando L'ingaggio di Maurizio Sarri da parte della Juventus per sostituire l'esonerato Massimiliano Allegri è stata una mossa inaspettata da parte della dirigenza bianconera. I sogni dei tifosi, fomentati dalle tante voci estive (fondate? montate ad arte per fare audience? completamente insensate?), erano...

Lo abbiamo fatto ancora

Piacevoli abitudini Ehi, la squadra più forte dell'universo, quella che vincerà tutto, quella che ci asfalterà, i Campioni d'estate per la decima volta consecutiva, le ha prese di santa ragione da questa squadretta che è la Juve, così poco attrezzata, abulica, vecchia e senza il marchio sarriano di bel gioco. Poi, vabbè, il goal di Higuain arrivato dopo 24 (ventiquattro) passaggi...