Ajax: Antony, l’ultimo lanciere

8
Antony Ajax Amstedam
Antony Ajax Amstedam

Antony, l’ultimo lanciere dell’Ajax Amsterdam

Anche per questa stagione la squadra di Amsterdam ha lanciato un nuovo talento, confermandosi tra le società più attive d’Europa nello scovare giovani promesse in tutti gli angoli del pianeta. Una organizzazione quasi maniacale con osservatori sparsi in tutto il mondo. Unito alla cura per un settore giovanile conosciuto come “De Toekomst” (Il Futuro), che rappresenta il fiore all’occhiello del club, seguendo il giovane atleta in tutto e per tutto dal età adolescenziale fino alla sua consacrazione. Tutto questo le permette di essere da sempre tra le big del panorama calcistico europeo ed anche mondiale.

Antony: carriera 

Arrivato in estate dal San Paolo, Antony Matheus dos Santos chiamato semplicemente Antony è stato acquistato per essere la valida alternativa al suo connazionale Neres, invece si è affermato subito in maglia biancorossa diventando uno dei punti di forza dello scacchiere di Ten Hag. Classe 2000 nato ad Osasco, cresce proprio con la maglia dei rossoneri brasiliani che per più di 15 milioni lo cedono agli olandesi. In appena nove presenze con i lancieri ha già realizzato 5 reti. La prima al suo esordio nel Eurodivise, ai danni dello Sparta Rotterdam e l’ultima nella competizione più prestigiosa la Champions League contro i danesi del Midtjylland. Un bel biglietto da visita per i tifosi della Johan Cruijff Arena.

SEMrush

Antony: caratteristiche tecniche

Ala destra di piede mancino come molti brasiliani ama danzare con il pallone, la funambolica ginga di O Rey Pelé. Velocità abbinata a tecnica che attraverso giocate e dribbling strabilianti gli permettono di avere la meglio negli uno contro uno sulle maglie avversarie. Buon senso del goal, spesso con delle prodezze balistiche da fuori area piazzate lì dove nessuno può arrivare. Preferisce giocare verticalmente affondando l’acceleratore su tutta la fascia, una vera e propria manna dal cielo per i compagni di squadra che possono approfittare dei suoi assist.

Un millennial di grande talento: nel posto giusto al momento giusto, di cui ne sentiremo parlare ancora per molto tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.