Bologna-Roma: quest’anno il Bologna osa, e rischia, meglio così

262
bologna roma 1-2

Bologna-Roma 1-2: il nostro bolognese coglie a modo suo l’attimo in cui la partita viene persa. Fantastica la cronaca dell’istante !

Al netto di tutto, ci vuole un matto a fare i cambi che ha fatto il Bologna!
Ma solo i matti vedono ciò che altri non vedono e solo i matti sanno puntare tutte le fische in una sola mano. È finita com’è finita, ma il messaggio del pazzo Sinisa alla squadra e alla piazza è molto chiaro.
Brucia, cazzo se brucia, ma se ci pensate bruciava molto di più quando al venticinquesimo sapevamo già come finiva.

Bologna-Roma: il goal di Dzeko e il fotogramma rossoblù

Fermare un fotogramma e su quel fotogramma dire “E’ colpa di questo o colpa di quell’ altro” è ingeneroso.
Se prendiamo l’episodio specifico del gol allo scadere, la responsabilità parte dal centrocampo e finisce dietro. Se ti metti sulla palla, nemmeno la battono quella punizione. Se fai fallo tattico, nemmeno arriva quel cross. Se… se…con i se non si fa niente e stando sul divano tutto è molto semplice.
Vi invito a mettervi i pantaloncini di Krejci. Uno che arriva come ala pura e per caso azzecca 10 partite all’ esordio e si comincia a dire che è un mezzo fenomeno. Poi si arriva a dire che è un paracarro e a toccarsi i maroni quando entra in campo. Uno con la valigia sempre pronta. Beh, sapete che c’è ? C’è che oggi Sinisa prende il telefono e dice: “Senti De Leo, adesso la vinciamo.”
E fa due cambi assassini, mentre De Leo gli dice: “Ehi, mister, ho Krejci contro Spinazzola e Zaniolo. Lo fanno a pezzi perché Sansone ha spinto tutta la partita e fa fatica a dare una mano.”
E immagino Sinisa: “Non me ne frega un ca***, Kejci tiene botta.”
E ha fatto così. Ha tenuto botta con quei due che ti puntano continuamente con il fisico e la tecnica e tu sei solo Krejci, una ex ala pura con la valigia sempre pronta. E a un certo punto non respiri più, eppure non molli. E perché non molli? Non molli perché il tuo allenatore si fida così tanto di te che rischia anche di perderla pur di vincerla.

E qualcuno vuole fermare un fotogramma?
E Denswil? È imbarazzante? Ha 4 partite di serie A e domenica la Roma non ha mai messo un uomo davanti al portiere e Denswill è imbarazzante?
E il portiere si è fatto fregare da Kolarov? È il primo che fa? Semmai quando giochi contro Kolarov, o Verdi, o tutti quelli che da lì sono una sentenza, è vietato fare falli ingenui. Ecco, due ne abbiamo fatti.
Solo chi osa arriva oltre ai propri limiti e Sinisa era stato chiaro: “Se devo stare qui per accontentarmi, tanto vale andare via.”

E allora? E allora vince la Roma. Vince 1-2 segnando all’ ultimo secondo, ma qui non si parte mai battuti.
E allora silenzio: qui si osa( finalmente)!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.