Calciomercato serie B: i cinque acquisti top dell’ultimo giorno

196
calciomercato serie B:
calciomercato serie B: Falcinelli torna al Perugia

Il calciomercato di serie B è giunto al termine

Sono state sparate le ultime cartucce. Ora tocca al campo parlare. Abbiamo racchiuso in questo articolo i cinque colpi top dell’ultima giornata. Diciamo subito che il tasso tecnico della serie B si è alzato parecchio. Molti calciatori che non trovavano posto in serie A hanno deciso di scendere di categoria.

Il colpaccio lo ha senza dubbio fatto il Perugia che, anche dopo la fine del mercato, continua a mantenere lo status di favorita alla serie A. La sorpresa di questo finale è stato però il Livorno. La squadra toscana ha piazzato due colpi niente male per la categoria che alzano il tasso tecnico della squadra. Infine da segnalare il ritorno in B di un vecchio leone colmo di glori che ha accettato la sfida di Ascoli e di un attaccante che ha avuto poca fortuna in A, ma che in serie B i gol li ha sempre fatti. A riportarlo nella cadetteria e tata la Cremonese, altra squadra che punta al ruolo di sorpresa.
Ora, bando alle ciance. Signore e signori, ecco a voi i nostri “Big Five”.

Falcinelli (Perugia)

Diego Falcinelli torna in serie B dopo 4 anni e lo fa nella squadra che aveva lasciato all’epoca: il Perugia. Nella stagione 2014/2015 mise a segno 14 reti in 39 match. Ora è atteso a riscattarsi dopo alcune stagioni opache tra Sassuolo, Fiorentina e Bologna intervallate dall’exploit di Crotone. I tifosi del Grifone già si leccano i baffi a pensare alla coppia con Pietro Iemmello. Potenzialmente è un attacco che dovrebbe ricalcare le orme di Torregrossa-Donnarumma e Caputo-Donnarumma, solo per citare le ultime due coppie d’oro di questo torneo. Oddo ora ha in mano un’autentica macchina da guerra. Al Curi si aspettano di vedere parecchi gol e successi. Questo è senza dubbio il colpo top dell’ultimo giorno di calciomercato serie B.

Viviani (Livorno)

Se non fosse per i numerosi infortuni subiti in carriera, Federico Viviani avrebbe fatto ben altra carriera. Visione di gioco, lancio millimetrico e piede fatato sulle punizioni le prerogative di questo giocatore. Luis Enrique, nell’estate del 2011 ci vide lungo quando lo fece esordire nel doppio confronto di Europa League della Roma contro lo Slovan Bratislava. Purtroppo quelle due gare andarono male e la carriera di questo centrocampista si incanalò verso altri lidi. Anche lui torna in B dopo un bel po’. L’ultima sua apparizione tra i cadetti risale al campionato 2014/2016 con il Latina. Ora il Livorno spera che con la sua regia possa dare maggior qualità alla squadra.

 Ceravolo (Cremonese)

Fabio Ceravolo è un attaccante che non ha mai avuto fortuna in serie A. Lo scorso anno, a Parma, si dovette accontentare delle briciole lasciategli da Inglese, ma mise comunque a segno due reti. Ora riparte da Cremona per dimostrare di meritare più considerazione nei piani alti. In serie B ha sempre segnato. Il suo record è di 12 gol con la Ternana nel campionato 2015/2016. Il gioco di Rastelli sembra adatto a sviluppare la sua dote migliore, lo scatto, e portarlo a segnare parecchio. Non sarà un bomber da 20 gol, ma occhio perchè con lui la squadra grigiorossa alza parecchio l’asticella delle sue ambizioni.

Padoin (Ascoli)

E’ diventato l’idolo di milioni di tifosi grazie ai video degli “Autogol”, ma Simone Padoin è molto più di un personaggio televisivo. E’ un giocatore polivalente capace di fare bene più ruoli. E’ un centrocampista che ha vinto quisquilie come 5 campionati di serie A, 2 coppe Italia e tre supercoppe italiane. Insomma: Padoin in serie B è tanta roba. Anche a 35 anni. La sua esperienza e intelligenza tattica possono essere molto utili all’Ascoli che cerca il salto di qualità.

Brignola (Livorno)

Altro colpo dei toscani con questo attaccante esterno classe 1999. Due anni fa la serie A ha scoperto Enrico Brignola con la maglia del Benevento. A lanciarlo fu Roberto De Zerbi. Lo stesso tecnico che lo ha voluto al Sassuolo lo scorso anno, dove però, non è riuscito a imporsi. Due anni fa aveva abbagliato con il suo talento: 16 presenze e tre gol, ma anche tante giocate di qualità. Ora punta a scrollarsi di dosso un anno di naftalina e a ripartire alla grande per tornare a Sassuolo tra un anno da protagonista. Viste le doti, non dubitiamo che possa riuscirci.

Calciomercato serie B: conclusioni

Abbiamo presentato i nostri magnifici cinque del calciomercato serie B. La cadetteria però, presenterà anche tanti altri giocatori pronti a darsi battaglia. Il prossimo rischia di essere un torneo ad alto tasso di emotività. Vedremo chi riuscirà a mantenere le aspettative, chi sarà la sorpresa e chi la delusione. Non ci resta che sederci in poltrono e goderci lo spettacolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.