Diogo Dalot: un nuovo terzino per il Milan – andiamo a scoprirlo un po’ meglio

14

Diogo Dalot è un nuovo giocatore del Milan. La quasi ufficialità arriva dall’esperto di calciomercato di Sky Gianluca Di Marzio, che ha confermato la buona riuscita della trattativa fra il club rossonero e i Reds. Non ci sono dubbi sulla formula: prestito secco! Esattamente come la piacevole novità Brahim Diaz, arrivato due settimane fa circa dal Real Madrid.

Scopri tutto sul giovane spagnolo: potenzialità e difetti.

Diogo Dalot-Milan: 21 anni, terzino

Indice dei contenuti

Diogo Dialot, all’anagrafe José Diogo Dalot Teixeira, è un terzino destro di origine portoghese di giovanissima età: appena 21 anni. Alto 1,83, pesa 75kg.

Il suo valore di mercato attuale è di circa 12 milioni di euro ed è stato cercato da molti club italiani prima di trovare la soluzione definitiva: Juventus, Napoli e Roma. Il Manchester lo ha acquistato il 6 giugno del 2018 dal Porto.

Diogo Dalot: caratteristiche

Capace di fare oltre al classico difensore di fascia anche il centrocampista avanzato sempre di destra. Dotato tecnicamente, con un ottimo fisico anche potente, spesso produce sulla fascia azioni di qualità pregevoli e spinta in velocità.

Proprio questa pare essere una delle caratteristiche principali del ragazzo, a cui si aggiunge una discreta duttilità di piede e ruolo. Un altro dei suoi punti di forza è nel gioco aereo, così come nell’applicabilità della diagonale tattica.

Nei suoi dati statistici risulta che da terzino destro rende meglio di tutti: 36 partite, 3 goal e 5 assist. Da centrocampista di destra ha messo a segno une rete e portato 2 assist.

Come terzino mancino, poiché sa giocare anche dalla parte opposta, ha giocato 9 sfide e ha comunque portato 4 assist. Così come da centrocampista mancino ha giocato 5 partite, con un goal e 2 assist.

Diogo Dalot: carriera e statistiche

Rientra in quella schiera di giocatori giovani e di cui è difficile tracciare una carriera. Ha iniziato il proprio percorso calcistico in Portogallo, poiché lui è nato e cresciuto a Braga. Subito ha raggiunto le giovanili di uno dei club più titolati della Nazione: il Porto. Qui ha soggiornato dal 2008 al 2014.

Poi nel 2017 è entrato in prima squadra, dopo che in seconda squadra aveva fruttato un totale di 23 presenze, 2 goal e 3 assist. Mentre nella Youth League aveva giocato 14 sfide, andando a segno 2 volte e regalando 4 assist ai compagni

Al Porto nel suo unico anno gioca 8 partite e non  segna mai. Però finisce nei tabellini degli assist men con 3 suggerimenti ai compagni che hanno portato al goal.

Dati che convincono il club più vincente d’Inghilterra a puntare su di lui. E nel biennio 2018-20 gioca 35 partite, con un goal e 3 assist.

Ed è questo ultimo dato a preoccupare un po’ di più, visto anche com’è andata negli anni con Cancelo, Dodò, Abel Xavier e Mario Rui. Anche se quest’ultimo al Napoli sta facendo delle buone prestazioni.

Spesso i portoghesi in quel ruolo in Italia hanno sempre un po’ di difficoltà.

Diogo Dalot in Nazionale

Per ora sono bassi e anche poco convincenti i numeri nelle varie categorie della Nazionale portoghese. Dalot ha fatto tutta la trafila tecnica: da Under 15 fino all’Under 21. 

Finora ha segnato solo due goal con la casacca dei lusitani, giocando in tutto 60 partite. Ha esordito da promessa in quel ruolo a soli 18 anni, 7 mesi e 23 giorni in Under 21.

Diogo Dalot: Milan

Come si collocherà ora il giocatore, fortemente voluto da Massara e Maldini, nello scacchiere di Pioli. L’investimento fatto dai dirigenti è dovuto al fatto che tranne Calabria non ci sono terzini di fiducia. Kalulu si sta ambientando e per ora non ha mai giocato in una partita ufficiale. Il ragazzo francese (leggi qui la sua scheda) è un’altra promessa da scoprire e in più può giocare anche da centrale difensivo. Motivo per cui il Milan, forse, sta tentennando sull’acquisto del centrale difensivo.

Certo nelle gerarchie di Pioli Diogo Dalot parte almeno come vice-Calabria, le cui prestazioni stanno crescendo di giorno in giorno e che si sta sempre più facendo leader della squadra. Conti per ora, oltre a noie muscolari, nel ruolo di terzino è poco produttivo e anzi non è escluso che la squadra rossonera scelga per lui una soluzione di prestito.

Le doti tecniche di Dialot, le tappe bruciate e la resistenza del Manchester a cederlo a titoo definitivo fanno pensare a un rinforzo importante in una zona dove il Milan per ora ha una qualità discreta.

Diogo Dalot fantacalcio

E le gerarchie di Pioli si rifletteranno anche sull’asta o sul mercato di riparazione prossimi. Dialot parte sicuramente come ricambio, ma se qualcuno avesse deciso di puntare sulla fascia destra del Milan, dovrebbe pensare a opzionarlo a costo basso. Identico discorso, style Cancelo per uno slot libero o da liberare in un D della propria rosa.

Ancor più interessante, invece, provarlo al Mantra. Poiché sicuramente sarà un doppio ruolo (DD-E) e può costituire un giocatore di bonus, sfruttandolo come se fosse un jolly da provare. In ogni caso, come sempre con i portoghesi, non fate follie per prenderlo!

Scontato dire che il Milan speri di aver trovato almeno per un anno un altro Theo Hernandez!

diogo dalot

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.