Crotone-Napoli, vittoria all’insegna della scaramanzia

17

Un altro poker con la maglia talismano albiceleste

Dopo la Roma arriva un altro 4-0. Stavolta a farne le spese è il Crotone che dopo un buon primo tempo, con l’espulsione di Petriccione si scioglie e deve inchinarsi alla forza degli azzurri.

Ad aprire le marcature è sempre Insigne che ci ha preso gusto a fare gol mai banali. Stavolta usa la sua specialità di casa: il tiro a giro nel sette. La maglia albiceleste in onore di Maradona gli sta portanto fortuna come a tutta la squadra. A Napoli c’è già una petizione per indossarla fino a fine stagione.

SEMrush

Oltre a Insigne, a segno sono andati anche Lozano, Demme (altra prestazione sontuosa) e Petagna che si fa perdonare il gol mancato nel primo tempo. Segno che in questo Napoli se girano tutti può segnare chiunque.

Demme-Zielinski, la chiave del ritrovato equilibrio

Dopo la sconfitta contro il Milan spuntavano le prime nubi sul 4-2-3-1 e nello schierare quattro attaccanti contemporaneamente. Complice la squalifica di Bakayoko contro la Roma e con Osimhen in infermeria Gattuso ha rispolverato Demme e ha lanciato Zielinski nel ruolo di trequartista.

I risultati sono incoraggianti: infatti anche a Crotone, il Napoli ha segnato quattro gol senza subirne uno, e in due partite sono state realizzate otto reti. Il centrocampista tedesco è stato messo in disparte troppo presto dimenticandoci che l’anno scorso è stato l’ago della bilancia che ha portato il Napoli alla conquista della Coppa Italia.

Anche il polacco sembra trovarsi a suo agio da trequartista, suo ruolo naturale, e ha fornito una prestazione di qualità e anche di quantità andando a marcare a uomo Petriccione, regista della squadra calabrese.

Ora per Gattuso sarà dura tenere fuori questo Demme e soprattutto Fabian Ruiz e Mertens quando dovrà rientrare Osimhen dall’infortunio alla spalla. Un problema che vorrebbe qualsiasi allenatore quando si ha a disposizione una rosa così profonda.

Petagna: Un gol per ritrovare il feeling con la porta

L’ex attaccante della Spal negli ultimi giorni è stato oggetto di critiche per l’occasione sprecata di testa contro l’AZ Alkmaar dove era tutto solo in area di rigore. Contro il Crotone si è ripetuto in negativo tirando addosso a Cordaz sempre da solo in area e ci ha messo anche troppo tempo per calciare.

Il giocatore tutto sommato si muove molto bene e impegna molto i difensori avversari favorendo l’inserimento delle ali che quest’anno stanno segnando molto.

Il gol siglato sul finire della partita è molto importante per il giocatore azzurro, gli attaccanti si sa, non riescono a vivere senza gol. Migliorando la fase realizzativa il Napoli potrà contare su altro bomber per rendere l’attacco, un reparto sempre più esplosivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.