F1 – “Hammer” Vs “Kaiser”: chi il più forte?

12

Il tifo a volte accieca e a volte unisce, due tifosi in un bar (virtuale) si incontrano e mettono a confronto i due 7 volte campioni del Mondo F1 Lewis Hamilton e Michael Schumacher.

L’altro giorno ero al bar e, davanti ad un ottimo aperitivo, ho trovato Ale, un mio super amico (molto) più giovane di me. Grande tifoso di Lewis Hamilton. Si vedeva dal sorriso stampato in viso che nel suo inconscio voleva sbeffeggiare uno tra i più sfegatati tifosi di Michael Schumacher come me!

Sorrido maliziosamente e sto al gioco mentre inizia a parlare.

A.M.: “Ciao Maste, visto? Cosa ti avevo detto dopo la vittoria al Nurburgring?
Superato un record bisogna raggiungerne un altro!”

C.M.: “Ciao Ale! Guarda era già scritta da luglio, ormai è una passerella Mercedes, le gare sai già chi le vince ancora prima del via. Sai che fatica in questo modo vincere 7 titoli che poi saranno 8 il prossimo anno…”

A.M.: “Classica frase da tifoso Ferrarista.
Ultimamente vi sento solo piangere.
Sempre le solite scuse.”

C.M.: “Ahahahahah, piangere perché abbiamo una squadra allo sbando, non certo perché non vinciamo titoli. E poi quando vincevamo con il “Kaiser” si vedevano battaglie con il coltello tra i denti, manovre al limite della regolarità, ruotate e gare pazzesche. Hamilton ha fatto una gara eccellente domenica, ha avuto una grande gestione… sai che eroe… Il salvatore del mondo…”

A.M.: “È talmente tanto superiore agli altri che non ha bisogno di battagliare.
Uno che nel 2007 al primo anno in F1 ha perso il mondiale per un punto, te lo ricordi?”

C.M.: “Me lo ricordo perfettamente quando smanettava col volante che si illuminava come un albero di natale e non riusciva ad inserire la prima marcia o quando finiva fuori pista e i commissari lo spingevano fuori dalla sabbia perché piangeva come un bebè… Almeno posso dire che è finalmente cresciuto!”

A.M.: “Mi fai morire!
Comunque i numeri qualcosa dovranno pur dire!
Hamilton è decisamente migliore di Schumacher.”

C.M.: “Decisamente oddio… parliamone!
Con una monoposto che da 7 anni è superiore alle altre ha vinto 6 titoli. Schumacher con una monoposto superiore ha vinto 2 titoli su 2 e mai c’è stato il minimo dubbio che qualcuno a pari vettura potesse andare più veloce di lui. Neanche mai lontanamente pensato.”

A.M.: “Credo che se la macchina fosse stata perfetta come dici avrebbe vinto 7 su 7.
Nel 2016 ci si è messa la sfortuna!
Io mi ricordo delle disfatte del 2005 e del 2006 di Schumacher!”

C.M.: “La macchina è stata comunque la stessa con cui ha vinto Rosberg. Magari Nico ha gestito meglio la stagione, i componenti, lo stress, la pressione e la concentrazione. Non credi? Nel 2005 e nel 2006 la Ferrari ha avuto grossi problemi, non ricordo disfatte, ricordo una Renault in gran palla e con un aggeggio nel muso non troppo regolare.”

A.M.: “Quando la Ferrari non vince grida all’irregolarità!
Incredibile.
In ogni caso perché credi che Hamilton non possa essere meglio di Schumacher, ovviamente al netto dei risultati?”

C.M.: “Perché Schumacher ha battuto chiunque nella sua carriera, ovviamente prima del primo ritiro. Era una macchina programmata per vincere in qualunque condizione e in qualunque modo. Quando vedevi lui su una monoposto avevi la certezza che quella macchina non potesse andare più veloce di così, anzi era costantemente oltre il limite. Molte volte ha anche rischiato, tipo Spa ’98, ma lui era sempre aggressivo. Hamilton boh, non mi dà questa sensazione. Già vedere qualche pole di Bottas mi lascia perplesso. Bottas! Ti rendi conto?”

A.M.: “Credo che le pole di Bottas siano semplicemente dovute al fatto che Hamilton si voglia divertire di più la domenica!
Hai presente Marquez in MotoGP, ecco più o meno uguale!
Hamilton ha battuto Vettel, Alonso, Raikkonen, Button e Rosberg.
Manca qualcuno?”

C.M.: “Puahahahah, ti giro la medaglia. Hamilton a rotazione è stato battuto da Vettel, Alonso, Raikkonen, Button e Rosberg. E si, manca Bottas, per lo meno in qualifica.
Comunque vabbè, mi sa che non sarò io a convincere te, né tantomeno il contrario, ognuno ha vissuto al massimo l’epoca in cui ha corso. Però peccato non averli visti combattere insieme. Sarebbe stata una sfida epica, forse a livello di Lauda-Hunt e Senna-Prost.”

A.M.: “Alla fine lo credo anche io!
Due fenomeni, divenuti leggenda e che avrebbero dato vita a sfide memorabili.
A questo punto speriamo solo che in un futuro prossimo le nuove generazioni possano dare vita a questo tipo di sfide!”

C.M.: “Lo spero, i presupposti ci sono, i talenti anche. C’è solo una Mercedes di troppo che non permette gare epiche.
Che dici, ci facciamo un altro spritz, alla faccia di chi non ha mai vinto titoli?”

A.M.: “Vada per un altro giro di spritz dai!
Brindiamo a chi ne vincerà a questo punto!!!”

Claudio Mastellari e Alessandro Mora

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.