La (a)Manita Falloide: per poco, il Milan, non ci lascia le penne

306
udinese milan pagelle

Attimi di paura per il Milan di Gattuso

Gattuso voleva i tre punti e tre punti sono stati. Peccato però, che per ottenerli, il Milan sia dovuto passare per l’Inferno. Siamo il Diavolo e ci siamo abituati, d’accordo, ma quella mezz’oretta d’ansia e sgomento l’abbiamo passata tutti ieri sera, siamo onesti.

La formazione proposta è stata più che rimaneggiata, ma tra infortuni, squalifiche e paura di “spaccare” qualche altro titolare, han fatto sì che Gattuso proponesse, giustamente, chi gioca meno. Motivo per cui Simic ed Halilovic oltre che Bertolacci si son trovati titolari in una gara comunque importante, nonostante l’avversasio.

Che la partita sia stata presa sottogamba è palese, appena in vantaggio ci siamo addormentati pensando di aver già in tasca il risultato. Sbagliatissimo. I lussemburghesi avevano voglia di far bella figura e l’han fatta, passando addirittura sul 2 a 1 in loro favore. Poesia per chi ama il calcio, bestemmia per chi tifa Milan.

Gattuso è stato “premiato” da chi ha avuto la sua fiducia?

Mica tanto, a parte Simic, nessuno ha lasciato il segno. Bertolacci da schiaffi e Halilovic oggetto misterioso. La palla la tocca bene d’accordo, ma se dopo 10 minuti sparisce dal campo contro gente che non è professionista, beh, è necessario farsi due domande sulla reale utilità del ragazzo. Perchè non provare un prestito secco a qualche squadra minore che possa garantirgli continuità? Di certo, per come gioca ora, non puo’ trovarla in Rossonero.

Diverso il discorso per Bertolacci. Rilascia dichiarazioni da mesi in cui dice che gli piacerebbe tornare a Genova  perchè lì ha trovato la sua dimensione, senza però voler sfigurare in Rossonero. Ecco, ieri sera non hai solo sfigurato, hai proprio perso ogni tipo di considerazione. Fossi in te starei attento, perchè il Genoa non ti riprende a questi livelli, forse troverai casa in SerieB, ma in A, giocando così, scordatelo!

Gattuso si gode il ritorno di Calhanoglu

Calhanoglu è entrato in 4 dei 5 gol . Autoreti, deviazioni o meno, il turco, è finalmente apparso vivo e frizzante. Col Parma capiremo meglio il grado della sua ripresa, il Dudelange, appena si spingeva, non offriva una resistenza adatta a capire il valore dei nostri, se non in negativo per chi ha gettato al vento l’occasione. Un po’ come Higuain, che non ha mai trovato la giusta collocazione e non ha partecipato al Festival del gol. A sua difesa Gattuso, dicendo che l’argentino è ancora alle prese con problemi alla schiena.

Diverso il discorso per Cutrone: ha segnato e si è sbattuto, anche se il gol è stato palesemente un regalo del portiere avversario e, a parte un tiro in girata, non è che abbia proprio fatto faville. Bisogna essere onesti.

Ora ci attende il Parma, sia Bakayoko che Cutrone sono usciti zoppicanti. Gattuso avrà altri nodi da sciogliere a livello di formazione, speriamo non sia costretto ad estrarre l’ennesimo  coniglio dal cilindro.

Vediamo invece come si sono comportati i nostri beniamini nel dettaglio:

Reina: 6 – Sui gol non può nulla, per il resto non deve fare mezza parata. SICURO

Calabria: 6,5 – Non dovendo difendere se la cava bene. In fascia non ha avversari e spinge bene. Da lui parte il primo gol. STANTUFFO

Laxalt : 4,5 – Partita disastrosa. L’ennesima. E’ solo l’ombra del giocatore fatto vedere al Genoa. CONFUSIONARIO

Simic: 6,5 – Il migliore in difesa. Sempre col coltello tra i denti, non lascia spazio agli avversari. Gran carica agonistica. SORPRESA

Zapata: 4,5 – Serata disastrosa. Sul secondo gol la colpa è sua in gran parte. Non ne becca una. SVARIONATO

Bertolacci: 3,5 – E’ la vergogna che veste di Rossonero. E’ l’anti-calcio ed è pure fastidioso in campo. Sbaglia tutto e anche di più. INADEGUATO

Halilovic: 5,5 – E’ un enigma. La palla la tratta bene, ma dura venti minuti. Andrebbe dato in prestito secco. NEBULOSO

Bakayoko: 6 – Lo salvo perchè giocare con al fianco Bertolacci e Laxalt non è facile. Deve giocare per tre e fa fatica, esce zoppo. BRONZO

Calhanoglu: 7,5 – Ovviamente è relativo al match il voto, ma non fosse stato per lui, nessuno si sarebbe preso la briga di inventare qualcosa. PROVVIDENZIALE

Higuain: 5,5 – Partecipa alle azioni eh, niente da dire. Solo che non pare essere un leader in questo momento. Paga ancora problemi fisici ed è nervoso. ACCIACCATO

Cutrone: 6 – Non confondiamo la classe con l’agonismo. Lui ci mette tutto, anche il sangue. Peccato che più si vada avanti e più appare limitato in molte situazioni. Dovremo sempre trovarlo nel posto giusto al momento giusto, altrimenti è un uomo in meno. Va fatto crescere e migliorare. JOLLY

Borini: 6 – Entra e si prende la gioia del gol più veloce da subentrato. GREGARIO

Mauri: 6,5 – Che impatto! Carica e grinta oltre che buoni tocchi. Forse lo abbiamo trovato con la giusta chiave. ASSATANATO

Suso: 6 – Entra scazzatissimo, giustamente. Dà comunque il giusto apporto e partecipa al quinto gol. IN FERIE

Gattuso: 6,5 – Rino, che ti devo dire. Se chi dovrebbe convincerti stecca, che colpe ne hai? Ottima la reazione quando sotto. La squadra è tua. LEADER

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.