Juventus natalizia, nessun regalo alla Dea

330

La Juventus dovrà affrontare la trasferta di Bergamo contro l’Atalanta nella partita di Santo Stefano. Una novità per il campionato italiano mutuata dal tradizionale Boxing Day della Premier League. Quest’anno infatti la tradizionale pausa invernale si terrà dopo la fine del girone d’andata che vedrà ancora i bianconeri affrontare la Sampdoria in casa per la diciannovesima giornata. L’anno sportivo riprenderà il 12 gennaio con la Coppa Italia contro il Bologna e subito dopo l’appuntamento con il primo trofeo stagionale: la finale di Supercoppa Italiana contro il Milan a Jeddah diretta su Raiuno ore 18:00).

Penultima partita del girone di andata quindi. Un girone di andata che ha visto la Vecchia Signora dominare. Un percorso quasi netto per i Campioni d’Italia in carica. L’andamento dei bianconeri recita 16 vittorie e 1 solo pareggio nelle prime 17 partite. La partenza migliore mai vista nei maggiori campionati europei. Con una differenza reti di +26 reti, frutto del miglior attacco della Serie A in coabitazione con il Napoli secondo in classifica (34 gol realizzati) e della miglior difesa (8 reti subite). E soprattutto, a dispetto di chi cercava scuse in un calendario che avrebbe concesso un inizio “morbido” alla Juventus, vittorie in tutti gli scontri diretti, con il solo Napoli, tra le squadre più blasonate, a riuscire nell’impresa di violare la porta della Vecchia Signora.

I bianconeri, forti del titolo simbolico di campioni d’Inverno, cercheranno di continuare il loro inizio da record e raggiungere la quota mai vista di 55 punti nel girone di andata. E per farlo non c’è altra strada che vincere a Bergamo.

Rotazioni e infortuni

Come anticipato nell’intervista a Sky Sport andata in onda durante la mattina del giorno di Natale, Allegri concederà un turno di riposo a Cristiano Ronaldo. Per il fenomeno portoghese sarà la prima partita di Serie A in cui non farà parte dell’undici titolare. Allegri ha comunque tenuto a sottolineare che Cristiano non sarà titolare, ma sarà a disposizione. Forse un indizio di quelli che potrebbero essere in cambi durante la partita, specialmente se le cose si mettessero male per la Juve. Un altro che potrebbe osservare un turno di riposo è Pjanić, apparso meno lucido del solito nelle scorse partite, dopo un inizio di stagione che l’ha visto protagonista in quasi tutte le apparizioni della Juventus.

L’infermeria della Continassa ha visto un nuovo inquilino in questa settimana. Bernardeschi, uno dei candidati a giocare nella partita contro la Dea, e che sembrava in ripresa, ha sofferto ancora un guaio muscolare. Il fantasista toscano si aggiunge a Cuadrado, che continuerà la terapia conservativa per guarire dai postumi dell’iperestensione del ginocchio subita nella partita di Berna. Tra i non disponibili ancora Barzagli e Cancelo, con Matuidi colpito da febbre e Kean sofferente per un problema muscolare ai flessori.

Atalanta – Juventus: probabile formazione

Salvo sorprese il posto tra i pali dovrebbe essere occupato da Szczęsny. In difesa dovrebbe riposare uno tra Chiellini e Bonucci, a beneficio di Benatia. Pochi dubbi sugli esterni che saranno occupati da Alex Sandro e De Sciglio. Tra i convocati anche l’ex Atalanta Spinazzola: per lui ancora nessuna presenza in stagione a causa del brutto infortunio ai legamenti, potrebbe esordire proprio contro la sua ex squadra. A centrocampo sarà certamente assente Matuidi febbricitante in settimana e non convocato. Il suo posto dovrebbe essere preso da Sami Khedira, completamente ristabilito dopo i guai muscolari. Se Allegri deciderà di concedere un turno di riposo a Pjanić, il suo posto verrà ricoperto da Emre Can, con Bentancur a completare il terzetto di centrocampo. Un centrocampo che avrebbe nella fisicità la sua dote principale, per contrastare il gioco fisico dell’Atalanta di Gasperini. 

In attacco visto il turno di riposo di Cristiano e l’indisponibilità di Cuadrado e Bernardeschi, dovrebbero essere sicuri del posto in squadra Douglas Costa, Dybala e Mandžukić, l’uomo più in forma di Madama in questo momento. Tra i convocati per la prima volta il fantasista dell’Under 23 Gregoris Kastanos. Per il nazionale cipriota potrebbe concretizzarsi anche la possibilità di scendere in campo e far parte dei giocatori protagonisti di questa stagione della Juventus, finora, da record.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.