Carlo Ancelotti protagonista a San Siro

281

Non si va oltre lo 0 a 0. Napoli che fai?

Prima di Ancelotti a San Siro contro il Milan da allenatore del Napoli. Un Napoli a trazione anteriore che parte con tutti i suoi “tenori” ma questo purtroppo non basterà per portare a casa i 3 punti contro un Milan attento in fase difensiva ed abile a ripartire in contropiede.

Il primo tempo è stato piuttosto noioso, con le squadre più attente a non subire che a provare a trovare il varco giusto per la rete. L’unica occasione degna di nota per noi azzurri è stato un tiro di Callejon che non ha trovato la stessa fortuna come contro la Lazio.

Carlo Ancelotti
       Carlo Ancelotti protagonista a San Siro

Nel secondo tempo, il match si fa decisamente più vivace, c’è sempre la sensazione che la partita possa sbloccarsi da un momento all’altro con continui capovolgimenti di fronte. Oltre alla rovesciata di Musacchio e qualche incursione pericolosa dell’esordiente Piatek, che ha tenuto in apprensione la difesa del Napoli, si è ripetuto come all’andata il duello tra Donnarumma e Zielinski. Il nostro Zielu ha più volte, dalla distanza, provato a ripetere la prestazione dell’andata impreziosita dall’unica doppietta italiana. Ma questa volta il portiere rossonero ne esce vincitore e riesce a tenere inviolata la sua porta. Nel finale di gara l’arbitro Doveri diventa protagonista. Espelle il generoso Fabian Ruiz per un fallo di mano inesistente e pochi istanti dopo il Mister Carlo Ancelotti per protesta. Dopo oltre 5 minuti di recupero si va tutti a far la doccia.

Game over.

Man of the match

In una partita dove ci sono poche insufficienze, ma nessuna particolare eccellenza, vorrei sottolineare la prova di Malcuit. Il Francese si sta ritagliando sempre più spazio nell’undici titolare scavalcando nelle gerarchie Hysaj.

È decisamente migliorato in fase difensiva ed è certamente più propositivo dell’albanese in fase d’attacco. Che stia ripercorrendo lo stesso percorso del Tuareg Ghoulam? Le premesse ci sono tutte e con loro 2 sulle fasce sono sicuro che a fine anno vedremo parecchi assist gol.

Mertens ed Insigne hanno perso lo smalto dei tempi migliori

Eh si purtroppo i 2 folletti azzurri non stanno vivendo il loro momento migliore.

Insigne, dopo un avvio alla grandissima, sta vivendo da paio di mesi (troppi) un periodo d’appannamento. Il belga, da quando ha preso la guida Carletto, sembra abbia perso quella continuità avuta negli anni del Sarrismo. A volte sembra spaesato e fa fatica a saltare l’uomo. Il suo bottino stagionale è discreto, 8 reti le ha pur fatte, ma questo a noi azzurri non basta. Vogliamo il nostro Ciro con la cazzimma e l’estro che ha e ci ha fatto vedere. Jamm’ Uagliò scitet!!

Mario Rui
Mario Rui

Mario Rui

Brutto episodio al 72esimo per il portoghese. Dopo essere stato sostituito con Ghoulam ha avuto un gesto di stizza nei confronti di Ancelotti. Personalmente non ho mai avuto simpatia per questo giocatore e sembra subire lo stesso nervosismo di Hysaj. Per l’estate mi auguro che Adl faccia un bel pacco con loro due, in aggiunta al procuratore Giuffrida, che in quest’ultimo anno sta rumpen o cazz! Giusto per usare qualche francesismo. Questo è un ennesimo esempio che non bisogna trattenere chi vuole andare via.

La Coppa Italia

I primi 90 minuti a San Siro sono terminati, ma bisogna tenere alta la concentrazione in quanto martedì si è di nuovo in scena alla Scala del calcio per il match di Coppa Italia. Questa volta i “tenori” non possono rimanere a secco. Se il campionato è chiuso, la coppa nazionale è un’occasione da non perdere per togliere qualcosa ai cannibali e dare a noi tifosi una soddisfazione.

#ForzaNapolisempre.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.