Parma, un buon pareggio che sa di beffa

342
Parma Iacoponi Gervinho
Coppa Italia segnano Gervinho e Simone Iacoponi

Serviva almeno un pareggio e pareggio è stato. Crociati per tre volte in vantaggio e per tre volte raggiunti dall’Empoli. La classifica sorride, il gioco molto meno.

Empoli-Parma 3-3.

Mai un pareggio aveva diviso i pareri dei tifosi crociati come questo tre a tre consumato ad Empoli.

Alla vigilia si diceva che era importantissimo non perdere per mantenere i toscani a debita distanza e tornare a muovere la classifica dopo alcune prestazioni non certo esaltanti.

Dati alla mano l’obbiettivo pare centrato. Lascia però un retrogusto amaro, tre volte in vantaggio e tre volte recuperati, è mancata la zampata del K.O. e un pizzico di lucidità nella fase difensiva. Sembra incredibile vista l’età, ma l’assenza di Bastoni a coadiuvare Bruno Alves in difesa è molto più influente di ciò che si potesse immaginare.

Ad Empoli si è visto il solito Parma, possesso palla ed iniziativa all’avversario, contropiedi fendenti e gol alla prima mezza occasione disponibile. Quando meno te lo aspetti arriva il vantaggio gialloblù. Questa tattica l’ho battezzata “TIKI-TAKA AL CONTRARIO”. Può piacere o meno, ma credo che ormai tutti abbiamo capito che non vedremo altro Parma al di fuori di questo. La classifica continua a dare ragione a D’Aversa e, ricordando sempre che siamo una neopromossa, i numeri sono l’unica cosa che conta.

Mi ha lasciato perplesso non rivedere in campo Schiappacasse, spero che il mister lo tenga in considerazione, potrebbe risultare molto utile nelle fasi finali di partita, molto strano il suo non utilizzo.

La partita di sabato ha evidenziato più che mai l’assenza di un regista che metta ordine a centrocampo (e tenti qualche verticalizzazione di qualità per gli attaccanti… utopia, scusate scherzavo), con Stulac e Scozzarella fermi ai box ci si arrangia come si può, ma il risultato è un centrocampo davvero mesto, capace quasi esclusivamente di arginare e dare man forte alla difesa.

Speriamo di recuperare gli assenti per la partita di sabato contro i Grifoni pari classifica e magari ripetere la bella prestazione del girone d’andata…

LA CLASSIFICA:

POTREBBE INTERESSARTI>>Parma, la differenza tra perdere lottando e perdere rinunciando

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.