Auguri a Riccardo Gagliolo: un thor svedese alla difesa dei Ducali!

28
riccardo gagliolo

Chi è Riccardo Gagliolo: 30 anni quest’anno!

Andiamo a conoscere meglio Riccardo Gagliolo, difensore duttile e dallo spirito coriaceo che si è preso Parma e la Svezia.

Alla terza stagione in Serie A, Gagliolo sta stupendo tutti. Dopo la partita shock con il Torino (dove venne sostituito a fine primo tempo) si è preso il Parma e la sua gente.

Ruvido quando serve, duttile e disciplinato “Thor” (come lo chiamano a Parma) ha fatto passi da gigante rispetto al suo esordio con il Carpi nella massima serie.

Da quando è a Parma Gagliolo è migliorato giorno dopo giorno.

Infatti, il difensore italo-svedese che al tempo vantava oltre di 100 presenze in Serie B e una stagione da titolare in A con il Carpi, dava garanzie nella serie cadetta e veramente poco più.

Ma perché i più erano scettici al tempo e lo sono rimasti anche all’inizio della stagione corrente?

Per trovare le risposte andiamo a conoscere meglio il “thor svedese”.

Gagliolo
Gagliolo in una sessione di allenamento durante la stagione 2017/2018

Riccardo Gagliolo: biografia

Gli esordi

Riccardo Gagliolo nasce ad Imperia il 28 Aprile 1990 (compierà 30 anni nel corso di questo mese).

Dopo aver fatto le trafile del settore giovanile della Sampdoria, si trasferisce (all’età di 18 anni) nell’Andora squadra che militava nell’Eccellenza Ligure.

Il Carpi

Gagliolo
Credits: sportal.it

Ma la squadra che cambia la vita a Gagliolo è il Carpi. Infatti, la squadra emiliana lo preleva dalla Pro Imperia (dopo una stagione di alti e basse in Serie D) per fargli disputare il seguente campionato di Lega Pro 2012-2013.

Da quella stagione Gagliolo disputerà 152 presenze con i biancorossi. Quello che balza gli occhi ai più è la duttilità dell’italo-svedese e le statistiche parlano chiaro:

  • 152 presenza divise in 76 da terzino sinistro, 69 da difensore centrale, 6 da centrocampista e 1 da terzino destro, condite da 10 gol e altrettanti assist.

Il Parma

A Luglio 2017, come anticipato in precedenza, il trasferimento al Parma. Il DS Daniele Faggiano lo vuole come baluardo della difesa di D’Aversa per la caccia alla promozione in A.

Quella stagione Gagliolo collezionerà 37 presenze e 6 gol con i crociati.

Da quella notte di La Spezia, dove il Parma centrò la promozione in Serie A, il “Thor” si è preso, partita dopo partita, il consenso dei tifosi e degli addetti ai lavori.

In questa stagione ha collezionato 22 presenze e 2 gol. Gagliolo è uno dei punti fermi dell’ossatura degli undici titolari di D’Aversa.

Nazionale

Il culmine lo ha raggiunto nell’Ottobre 2019 con la chiamata della nazionale svedese e il seguente esordio, che avvenne il 19 del mese di Novembre contro le Isole Far Oer.

Gagliolo
Gagliolo che festeggia con i compagni durate la partita con le Isole Far Oer. Credits: sportbusiness.com

I tifosi, lo scetticismo e la rinascita

Dicevamo che i più erano scettici alla riconferma di Gagliolo sull’out di sinistra della difesa guidata da Bruno Alves.

Irruento e spesso fuori tempo erano i difetti che molti gli addossavano all’inizio di questa stagione.

Presenza dopo presenza, però, si è ripreso tutto e il grande merito va a mister D’Aversa che ha sempre creduto in lui.

Oggi oltre ad essere un beniamino dei tifosi e una pedina importante dello scacchiere ducale è anche uno dei pezzi pregiati del mercato del Parma.

Da tifoso spero di rivederlo ancora con la crociata, a patto che (come ha ampiamente dimostrato quest’anno) dia sempre il massimo!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.