Inter, ma che girone da Champions

131
sorteggio champions inter

Sorteggio Champions Inter: strada subito in salita, pescano nel girone Barcellona Borussia Dortmund e Slavia Praga

Si è spento dopo qualche giorno dal poker rifilato al Lecce di Liverani l’entusiasmo dei tifosi nerazzurri. Anche quest’anno il sorteggio del girone della Champions League non ha sorriso ai Nerazzurri. L’Inter dovrà affrontare Barcellona, Borussia Dortmund e Slavia Praga!

Sorteggio Champions: i premi individuali

La cerimonia per il sorteggio dei gironi di Champions League è iniziata alle 18.00 a Montecarlo. Prima delle estrazioni sono stati premiati i migliori calciatori dell’edizione dello scorso anno vinta dal Liverpool. Miglior portiere Allison, miglior difensore Van Dijk, miglior centrocampista De Jong, miglior attaccante Messi e miglior giocatore della Champions League 2018-2019 ancora il difensore olandese del Liverpool. Oltre a questi riconoscimenti è stato consegnato anche il premio di miglior calciatrice dell’anno nella competizione europea femminile a Lucy Bronze, difensore inglese del Lione.

Criteri del sorteggio

Consegnati i premi sono iniziati i sorteggi, circa per le 18.20, con le estrazioni della prima e seconda fascia. L’Inter è stata estratta, dall’eroe del Triplete Sneijder, come prima squadra della terza fascia.

Ricordiamo il nuovo regolamento del sorteggio che oltre a escludere squadre della stessa nazione nello stesso girone, prevede che nel caso di federazioni con due o più rappresentanti, le squadre vengano abbinate in modo da suddividere le partite tra il martedì e il mercoledì.

Ad esempio se una squadra abbinata viene sorteggiata nei gironi A, B, C o D, l’altra squadra abbinata verrà automaticamente assegnata ai gironi E, F , G o H. Morale della favola l’Inter aveva tre possibilità: Barcellona e Dortmund (girone F), Zenit e Benfica (girone G) e Chelsea e Ajax (girone H). Qualsiasi tifoso interista, in cuor suo, sapeva benissimo quale girone avrebbe pescato la sua squadra: IL PIÙ DIFFICILE.

I nerazzurri dovranno affrontare oltre gli spagnoli e i tedeschi anche lo Slavia Praga, estratta in quarta fascia. Girone difficilmente a portata dell’Inter che dopo la sfortunata estrazione dello scorso anno quest’anno si vede addirittura peggiorare il risultato.

Le avversarie dell’Inter: Barcellona

Se per gli interisti più ottimisti lo scorso anno vi erano pochissime possibilità di strappare qualche punto al Barcellona, quest’anno le opportunità si sono più che dimezzate. Solo l’olandese De Jong, pagato circa 70 milioni, avrebbe reso una squadra già fortissima ancora più forte, ma se al talento ex Ajax ci aggiungi anche Griezmann e probabilmente Neymar, inizia a tirare fuori i 25€ Iva inclusa per fare un giro turistico al Camp Nou perché se scendi in campo sono guai. Barcellona mai così forte negli ultimi anni ma che, fortunatamente o sfortunatamente dipende dai punti di vista, è continuamente tormentato dagli infortuni: Suarez e Messi in primis. L’argentino molto probabilmente non sarà presente nella sfida a San Siro a causa di un infortunio più grave del previsto, ma anche senza Messi il Barcellona fa paura ed è quasi invincibile. Batterli fuori casa sarà molto più che impossibile, ma tra le proprie mura l’Inter può spaventare chiunque e compiere imprese impensabili ( Inter Barcellona 3-1).

Il Borussia Dortmund di oggi

Il Borussia Dortmund è un’incognita: molto forte ma molto discontinua. Classica squadra che se incontri nel suo periodo di forma è in grado di rifilarti un netto 5-0, ma che quando non girano gli schemi è in grado di perdere con chiunque. Gli interisti non devono spaventarsi, il Tottenham l’anno scorso era forse meno temibile ma comunque una squadra di un livello superiore che ha strappato la qualificazione a discapito dell’Inter solo all’ultima giornata. I più temibili? Reus, Hummels, Thorgan Hazard (fratello di Eden) e soprattutto il giovane Sancho. La giovane ala, a volte punta centrale, inglese classe 2000 è uno dei miglior prospetti in circolazione: forte fisicamente, rapido e dotato di una tecnica sopraffina. Molto probabilmente sarà l’incubo peggiore della retroguardia nerazzurra. L’Inter non ha paura ed è pronta a sfidare ad armi pari il Dortmund, magari ricordandosi della quasi impresa di un’ Atalanta, tutt’altro che imbattibile, che mise paura ai tedeschi che si qualificarono solo grazie ad un goal al 91’ di Michy Batshuayi.

Lo Slavia Praga

Lo Slavia Praga, estratta della quarta fascia, si appresta ad essere la squadra “cuscinetto”. Anche se spesso e volentieri durante l’inverno certe trasferte sono difficili e possono riservare spiacevoli sorprese. Non vi era peggior girone in cui finire e i dirigenti dello Slavia non l’hanno presa poi così male, di fatti successivamente all’estrazione sono stati inquadrati mentre ridevano … per non piangere.

Sorteggio Champions Inter: c’è già chi pensa all’Europa League…???

Gli interisti più pessimisti già vedono la propria squadra giocare da febbraio il giovedì; “ Troppo inferiori a Barcellona e Dortmund”, “ Loro con Messi e Sancho noi con Candreva” oppure “ La squadra è quello che è Conte non può fare miracoli anche in Europa”.

Queste sono solo alcune delle frasi condivise sui social da parte dei tifosi interisti. Molti hanno già abbandonato il carro, altri invece, consci dell’esperienza dell’anno prima, ci credono. L’Inter, Barcellona a parte, ha tutte le carte in regola per giocarsi il passaggio del turno con i tedeschi. Acquisti con una certa esperienza europea, Lukaku e Sanchez su tutti, possono dare sostanza e qualità alla squadra di Conte che parte quasi alla pari col Borussia Dortmund. L’Inter deve crederci e San Siro in questo sarà fondamentale, il pubblico potrà portare i suoi giocatori a compiere delle vere e proprie impresa. E se questa qualificazione agli ottavi non dovesse arrivare, l’opinione degli interisti è la stessa: VINCERE L’EUROPA LEAGUE.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.