Bakayoko-Kessiè Vs. Acerbi: una caciara tutta italiana

329

Milan-Lazio non è ancora finita, le inutili e stucchevoli polemiche vanno avanti

Siamo ormai a tre giorni dal termine del match, ma le polemiche non si placano. Nonostante nessuna multa o squalifica sia arrivata nei confronti dei nostri centrocampisti, c’è chi si ostina ad attaccarli.

Va bene, il gesto era evitabile, ma non c’è stato tutto sto clamore nè per lo sputo di Totti a suo tempo, nè per il calcione con cui, a gioco quasi fermo, atterrò un Balotelli agli esordi. Come esempi mi fermo qui, aggiungo solo l’esultanza di Simeone prima e di Cr7 poi, passate secondo i media con il termine di “goliardia”. Siete una massa di gente coi paraocchi fantastica, non ho altri termini per descrivervi.

Finchè c’è da dare contro al Milan siete tutti pronti a scannarvi come i matti e a tirare in ballo falsi moralismi, comportamenti sportivi da mantenere e stupidaggini simili. Io non vi capisco, ma non sono uno psichiatra e quindi nemmeno mi cimento, mi limito a criticarvi e perchè no, a prendervi un po’ in giro. Sono sicuro che tra tutti i moralizzatori di questi giorni, chissà quanti hanno un comportamento di dubbio gusto nella vita reale, ma questi sono fatti vostri, io la coscienza l’ho a posto.

Fareste meglio a preoccuparvi di cose più serie, come ad esempio lo sbando totale in cui versa il nostro campionato e che so, le plusvalenze fittizie, i valori gonfiati dei giocatori, i diritti rasi al suolo dei calciatori nelle giovanili, ma vedo che siete bravi a fare i maestrini solamente in fatti che sono una cornice goliardica di un ben più grigio quadro.

Nessuna squalifica per Kessiè e Baka, adesso cosa fate, ricorso?

Kessiè e Baka: black power

Come volevasi dimostrare, per i rossoneri, non ci saranno sanzioni. Stanno invece uscendo notizie interessanti riguardo il comportamento vergognoso di alcuni giocatori della Lazio. Non commento visto che son fatti loro,  ma dico solo una cosa: prima di sparare in casa d’altri, guardate nella vostra. Spesso, il marcio, è proprio sotto il vostro tetto.

Ora basta pensare a queste cavolate e concentriamoci sulla corsa Champions, ci siamo noi quarti e sabato dobbiamo asfaltare il Parma!

ForzaMilan!

 

 

 

Previous articleKean contro Allegri
Next articleSaugella Monza l’impresa: si va in semifinale
Nato a Milano nel 1983, ho conseguito il diploma di Liceo Scientifico presso l'istituto Guglielmo Marconi. Terminati gli studi ho iniziato a lavorare nel mondo delle scale come progettista 3d oltre che responsabile vendite e Show Room. La passione per lo sport mi accompagna fin da bambino, ho praticato tennis a livello agonistico e calcio a livello amatoriale. La mia vera passione e' il Milan, lo seguo fin da bambino ed e' una gioia poter esprimere questo "amore".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.