Calcio: tutti le donazioni di calcio per solidarietà! Gran gesto di Cr7

37
Covid-19

Cr7: gran gesto di solidarietà

CR7, alias Cristiano Ronaldo, non ha donato i suoi alberghi per ospitare i malati di Covid-19, ma certo, con il cuore che ha, s’è impegnato a favore della crisi sanitaria italiana ed europea del Coronavirus.

Visto che la Spagna è in questo istante devastata, ne consegue che anche il Portogallo è a rischio. E allora Ronaldo, che è nel sangue portoghese non s’è sprecato. Ha preso i suoi miliardi e li ha utilizzati subito con gran intelligenze e generosità.

Notizia di oggi è quella di aver donato 35 posti letto di terapia intensiva per gli ospedali portoghesi. L’ha fatto grazie al procuratore Mendes. Le donazioni sono state suddivise fra i tre istituti principali della sanità nazionale: Ospedale Santo António, ad Oporto, e l’Hospital de Santa Maria di Lisbona.

Tutte le donazioni che il mondo del calcio sta facendo per solidarietà

È notizia di ieri sera che il nostro calcio ha ricevuto una categorica sospensione fino al 3 aprile a causa del Covid-19. Alcune società però non si sono fatte cogliere impreparate…

Tutto lo sport si è fermato ieri sera. Il decreto ha stabilito che tutti gli sport, di ogni ordine e disciplina, sono sospesi fino al 3 aprile 2020.

Questo ha permesso alle varie società sportive a pensare in primis alla popolazione e poi a quello che sarà il futuro sportivo.

#LaSquadraPiùForteDiParma contro il Covid-19!

Covid-19

È l’iniziativa lanciata dal Parma Calcio che permette di raccogliere fondi per la terapia intensiva dell’ospedale maggiore di Parma.

Il Parma aveva donato già il 3 Marzo ben 25.000 euro ed è stato seguito da importanti aziende del territorio.

Tramite i propri canali ufficiali ha disposto la causa e l’IBAN per permettere a tutti coloro intenzionati di fare una donazione.

Inoltre, i tifosi Parmigiani (che erano stati assicurati del rimborso dei titoli per le partite a porte chiuse) hanno chiesto di donare i soldi che il club ducale era intenzionato a restituire agli abbonati.

L’Inter e Steven Zhang: 100.000 euro

Zhang
Fonte: inter.it

Steven Zhang, presidente dell’Inter, era sceso alla luce della ribalta per il suo post polemico nei confronti del presidente della Lega Serie A Dal Pino.

Nei giorni scorsi, Zhang, ha donato 100.000 euro al dipartimento di scienze biomediche e cliniche L.Sacco di Milano.

Il presidente dell’Inter è dunque passato dalle parole ai fatti.

Roma per lo Spallanzani: 200 flaconi di gel

La As Roma, insieme alla propria fondazione Roma Cares, ha scelto di sostenere uno dei centri medici in prima linea in questa emergenza, l’Ospedale Lazzaro Spallanzani della Capitale.

Il club donerà migliaia di mascherine all’istituto e parallelamente ha iniziato a distribuire 2000 flaconi di gel igienizzante ai clienti del Roma store di Piazza Colonna.

Atalanta: figli di una dea solidale! 40.000 euro dai tifosi

atalanta Covid-19

I tifosi dell’Atalanta che avevano già acquistato i biglietti per il big match di Champions League con il Valencia hanno scelto di essere solidali.

Infatti, hanno donato all’ospedale maggiore di Bergamo ciò che la società iberica aveva restituito loro.

Questo il seguente comunicato del tifo organizzato bergamasco:

Questa sera dovevamo vivere una delle serate più belle della nostra storia, invece questa situazione di emergenza fa passare in secondo piano tutto, perché in queste settimane, nella nostra città e provincia, ci sono degli eroi che stanno affrontando questo momento, lavorando con mezzi insufficienti e turni massacranti per la salute di tutti.

Ecco perché abbiamo deciso di devolvere all’ospedale di Bergamo la somma dei nostri biglietti del settore ospiti di questa sera, e nei prossimi giorni effettueremo il bonifico di 40.000 euro”

MILAN: quando donare è più importante di qualsiasi situazione societaria!

Covid-19

Una donazione di 250mila euro: così il Milan si schiera contro il Covid-19, annunciando attraverso un comunicato ufficiale di voler aiutare in questo modo AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), l’agenzia impegnata nell’affrontare le emergenze sanitarie nella Regione Lombardia.

In più i giocatori hanno deciso di devolvere un giorno del loro stipendio sempre per la causa!

La donazione servirà ad aiutare AREU a fornire tutta l’assistenza necessaria a coloro che sono stati colpiti dal virus Covid-19.

Rimborsi biglietti Milan: beneficenza tifosi

Ma anche i tifosi rossoneri non si sono fatti attendere. Infatti i rimborsi previsti dal Milan per Milan-Genoa andranno tutti in beneficenza! 

Ecco il comunicato ufficiale della Curva Sud, che si allinea alla società rossonera e alla donazione pro AREU e aiutare così le strutture ospedaliere:

Abbiamo deciso in comune accordo di impegnare i rimborsi dei biglietti/abbonamenti della partita contro il Genoa ed eventuali altre donazioni spontanee. Invitiamo tutti i tifosi rossoneri a contribuire con un piccolo gesto che in questo momento può fare la differenza“.

Giocatori A: le campagne crowdfunding

Non restano insensibili nemmeno moltissimi giocatori di A che hanno aperto sul social più utilizzato, Instagram campagne crowdfunding regionali e nazionali!

Petagna l’ha fatto con l’hashtag: #Nonlasciamoindietronessuno per aiutare ospedali pubblici e soprattutto il Niguarda di Milano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ciao, sono Andrea Petagna e gioco in Serie A nella Spal. Ho avuto la fortuna di trasformare la mia passione nel mio lavoro e di guadagnare tanti soldi. Oggi più che mai sento la necessità di aiutare chi ne ha bisogno. Per questo ho creato #NonLasciamoIndietroNessuno, perché in Italia non ci possono essere pazienti di seria A e pazienti di serie B. Chiunque è a rischio, di qualsiasi età, DEVE ESSERE SALVATO. Ho deciso di aprire una campagna crowdfunding legata agli Ospedali Pubblici Italiani. Il primo che aiuteremo sarà il Niguarda di Milano che ha bisogno di 5 postazioni di rianimazione del valore totale di 350 mila euro. Andate subito al link in BIO e donate anche voi, qualsiasi cifra, io l’ho già fatto. Grazie e diffondete #NonLasciamoIndietroNessuno

Un post condiviso da ANDREA PETAGNA (@andreapetagna) in data:

Tramite la pagina Instagram GOfundme sono partite molte offerte anche da parte dei calciatori di A, fra cui Zaccagni, Pazzini e Veloso per gli ospedali veronesi;  Cistana e Aradori del Brescia a favore degli Ospedali Civili o tramite l’Associazione onlus Lazebra; Di Lorenzo, Meret e Insigne sempre tramite la stessa Gofundme hanno donato per l’ospedale Cotugno di Napoli. A loro s’è associato Immobile per i posti letto nel Lazio e poi per l’ospedale partenopeo.

Il portiere della Fiorentina, Terracciano, s’è mosso, come Petagna per il Niguarda di Milano

Paulo Dybala s’è associato alla strepitosa iniziativa di Ferragni e Fedez e ha donato! Stessa cosa fatta dall’ex Milan e Fiorentina Kevin Prince Boateng!

Nicolò Zaniolo, come la Roma, ha donato tramite Gofundme per la sua città e ha lasciato un bel messaggio romanesco: “Demosenamano”.

Bernardeschi della Juventus ha aperto una campagna crowfunding per l’Ospedale Humanitas Gravenigo.

Balotelli e Donnarumma dl Brescia l’hanno aperta a favore di Fondazione della Comunità Brescia Onlus presso Ubi Banca.

Ultimo, ma non meno importante, anche l’adottato milanese Zlatan Ibrahimovic si sta facendo in quattro per la città meneghina. Certo lo fa con il senso onnipotente che da sempre lo contraddistingue.

Se il virus non va da Zlatan, Zlatan va dal virus!

Eccolo qua il suo slogan reciso e sarcastico. Nulla è impossibile per mister Zlatan. Nemmeno battere il tremendo Covid-19 o coronavirus.

Se il virus non va da Zlatan, Zlatan va dal virus“. Posta così la sua fra a effetto sui social che apre la campagna di crowdfunding a favore dell’Ospedale Humanitas di Milano. Lui la sua sommetta di 100.000 euro l’ha messa. E invita i suoi followers a seguirlo.

Un messaggio pieno d’amore eppure semplice verso la nostra penisola: “L’Italia mi ha sempre dato tanto, per questo voglio fare qualcosa di concreto per aiutare un Paese che amo“.

Piacenza e Como: donazioni

Piacenza e Como si sono mosse anche loro il prima possibile! i bianorossi si sono mosso sul sito web con questo messaggio di solidarietà: “Le squadre che contano oggi stanno giocando negli ospedali”. I giocatori hanno fatto donazioni per presidi medici ospedalieri di prima accoglienza attraverso i canali di Paolo Cordani di Farmacia Fiorani e del dottor Cosimo Franco direttore dell’Unità di Terapia Intensiva Respiratoria di Castel San Giovanni.

I comaschi, invece, hanno accettato di rimborsare tutte le quote delle partite al chiuso e per i tifosi che non ritireranno la parte, doneranno il ricavato all’Ospedale Sant’Anna di Como. L’idea è raggiungere una donazione pari a 100.000 euro. 

US Fiorenzuola, per niente dilettanti contro il Covid-19!

fiorenzuola Covid-19

L’US Fiorenzuola, squadra che milita nel girone D di Serie D, nella giornata di ieri ha portato il pranzo al personale dell’ospedale che sta svolgendo un lavoro massacrante, ma di grande aiuto alla comunità del comune Piacentino.

Insomma, lo sport sembra essersi fermato, ma tutti si sono attivati per farlo ripartire più velocemente.

“… uno per tutti e tutti contro il covid-19…”

FORZA ITALIA!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.