Campionato LBA 2019/2020: cosa resta ai tifosi delle scarpette rosse?

44
Olimpia-Avellino Nunnally

È passata ormai una settimana dalla notizia della chiusura definitiva del campionato di serie A maschile di basket a causa del diffondersi del Coronavirus, una settimana che a noi tifosi è servita a tirare le somme di una stagione che ha riservato gioie e dolori, speranze e delusioni.

Olimpia Milano: l’arrivo di Ettore Messina

La stagione è iniziata in un clima di entusiasmo generale con tre grandi acquisti che restituivano prestigio e lustro al basket italiano: Sergio Rodríguez e Luis Scola per l’Olimpia Milano e Miloš Teodosić per la Virtus Bologna.
Tre giocatori di grande rilievo nel panorama cestistico internazionale , che con il loro arrivo in Italia hanno riacceso la passione sportiva di molti.
È l’11 giugno quando viene ufficializzato un altro arrivo che esalta il tifo meneghino Ettore Messina, il quale conclusa la stagione come vice allenatore ai San Antonio Spurs, diventa capo allenatore dell’Olimpia Milano.

Stagione Olimpia Milano 2019-20

La stagione milanese si apre sotto un clima di rinnovato entusiasmo dopo la cocente delusione dell’anno precedente, e l’abbandono quasi scontato di coach Simone Pianigiani.
I tifosi nelle palestre delle amichevoli di pre-campionato parlano di cambiamento sostanziale. Un cambio ai vertici che proietta il basket meneghino ad un livello più alto. Un cambio di mentalità di gioco e di impegno societario. Figlio dell’esperienza americana di Ettore Messina.

La stagione regolare inizia con una vittoria in trasferta caratterizzata soprattutto dalla prestazione dei singoli. Rodríguez e Moraschini che contro il Treviso Basket mettono a referto rispettivamente 21 e 13 punti.
Tre giorni dopo l’Olimpia Milano fa il suo debutto casalingo sul campo del Mediolanum Forum contro una reattiva Germani Basket Brescia, e la squadra milanese sembra pagare fin dall’inizio della partita il conto di un sistema di gioco ancora non collaudato al meglio. I giocatori faticano a trovare il giusto ritmo di squadra, e nel finale di partita cedono concedendo la vittoria agli avversari.
L’impegno nel campionato italiano viene affiancato, dopo la prima partita casalinga da quello nella massima competizione europea: l’Euroleague. Fin da subito la società sembra aver focalizzato i suoi obiettivi per la stagione e la volontà appare quella di voler riprendersi un posto tra i grandi del basket in Europa. Ed è proprio questo desiderio che condiziona il cammino italiano, mentre in Europa arrivano risultati sorprendenti contro squadre come Barcellona, Panathinaikos e Maccabi Tel- Aviv. In Italia intanto i risultati tardano ad arrivare.
Tra alti e bassi il percorso in campionato dell’Olimpia Milano continua, passando da una deludente sconfitta in casa della Fortitudo Bologna dove i 23 punti del serbo Nemanja Nedovic non bastano a regalare alla squadra il successo, e da una vittoria casalinga contro i rivali storici della Dinamo Sassari che regala ai tifosi una delle giornate migliori della stagione appena conclusa.

Il girone di andata del campionato per la squadra milanese si conclude con l’insuccesso in casa nel derby contro Cantù, che aggiungendosi alle altre cinque sconfitte stagionali relega la formazione di Messina al quarto posto con ben otto punti di distacco da una sorprendente Virtus Bologna.

Olimpia 2020: l’arrivo di Keifer Sykes

Una settimana dopo si è di nuovo in campo per l’inizio del girone di ritorno, al roster viene aggiunto il playmaker Keifer Sykes, ed è proprio lui a dare spettacolo in partita con una prestazione da 18 punti a referto che garantisce la vittoria alla squadra e sembra riaccendere le speranze milanesi di un fine campionato all’altezza delle aspettative.
Il girone di ritorno prosegue con altre quattro partite, tre vittorie e una sconfitta, prima di dover subire uno stop per una deludente Coppa Italia che vede l’eliminazione in semifinale della squadra contro la formazione della Reyer Venezia, campione d’Italia in carica e successivamente dall’interruzione definitiva del campionato.
Il campionato 2019/ 2020 dell’Olimpia Milano termina così con 28 punti, 14 vittorie e 7 sconfitte.

Olimpia Milano: giocatori

Terminato improvvisamente per cause di forza maggiore il campionato, in casa Olimpia Milano è tempo di considerazioni e di progetti futuri.
La stagione si chiude con la mancata conquista della Coppa Italia per il terzo anno consecutivo, che ha lasciato l’amaro in bocca e ha spento l’entusiasmo di gran parte del tifo milanese.
Nessuno è in grado di dire cosa avrebbe riservato l’ultima parte di
campionato, se la delusione avrebbe potuto risvegliare la voglia di rivincita della squadra o se il trend negativo sarebbe proseguito, trasformando le grandi aspettative di inizio anno (un macigno troppo grande da portare per una squadra che ancora non si conosce al meglio) in soddisfazioni o delusioni.
Guardando al futuro non si sa, quando si potrà tornare a giocare, cosa certa è l’intenzione espressa più volte da Ettore Messina di voler ripartire con un nucleo di giocatori della stagione appena conclusa in modo da cementare ancor di più il rapporto e la fiducia tra gli stessi. Tenendo comunque gli occhi aperti sul mercato italiano ed europeo con l’obiettivo di apportare delle modifiche al roster che permettano, l’anno prossimo, di costruire le basi di un percorso con meno alti e bassi dal punto di vista dei risultati sia in campionato, sia in Euroleague, che sebbene, non ancora ufficialmente conclusa non ha raggiunto gli obiettivi sperati.

Ultras Olimpia Milano: l’attesa per la prossima stagione

L’appuntamento per noi tifosi, è quindi a data da destinarsi, pronti come non mai, dopo questo difficile periodo, a ritrovarci ai quattro lati del parquet per vivere insieme una stagione che come quella appena terminata sarà sicuramente carica di emozioni.

A cura di Valentina Silva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.