Roma-Ajax: probabili formazioni e dove vederla in TV

106
Sorteggio Roma

Roma-Ajax: Fonseca lotta per la semifinale

Una partita, quella di domani sera, decisiva per la qualificazione alla semifinale di Europa League. I giallorossi dovranno impegnarsi per difendere l’ottimo risultato ottenuto nel match di andata (1-2) grazie al gol di Pellegrini e Ibanez. Se la partita dovesse finire 1-0 per gli olandesi, la semifinale sarà comunque nelle mani della squadra capitolina. Mentre, se dovesse finire 2-1 a favore dell’Ajax, si passerà ai supplementari e, in caso, ai rigori. Insomma, ai giallorossi sarà sufficiente pareggiare o vincere con qualsiasi risultato per poter accedere al penultimo stadio della competizione europea. Fonseca ritrova dal 1′ Mkhitaryan, che rientra dopo aver riportato una lesione al polpaccio contro lo Shakhtar negli ottavi di finale, e Karsdorp. El Shaarawy e Kumbulla, già indisponibili per la partita di andata, non riusciranno a rientrare per la gara di ritorno. Ancora fuori Smalling. Out anche Spinazzola, al suo posto Calafiori.

Roma-Ajax: probabili formazioni e dove vederla in TV

Il ritorno dei quarti di finale tra Roma e Ajax si giocherà allo stadio Olimpico alle 21. Il match sarà visibile su Sky Sport Uno ( canale 201 del satellite, 472 e 482 del digitale terrestre) e su Sky Sport (canale 252 del satellite). Sarà inoltre possibile seguire la partita  attraverso le app di SkyGo e NowTv.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout, Calafiori; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

Ajax (4-3-3): Stekelenburg; Timber, Schuurs, Lisandro Martinez, Tagliafico; Klaassen, Edson, Alvarez, Gravenberch; Antony, Tadic, Neres.

L’importanza di vincere alla Johan Cruijff Arena

Giocare in quello stadio lì, alla Johan Cruijff Arena, non è mai una passeggiata. Anche senza pubblico, anche nel silenzio di palloni che tuonano più dei cori dei tifosi che non ci sono.

Perché quella è una delle case dove il calcio spettacolare e moderno è nato. E da sempre l’Ajax, il cui respiro internazionale non è mai mancato, è una banda di ragazzini pericolosa.

Lo sa bene Max Allegri che due anni fa si è fatto condannare da un giovanotto di nome De Ligt. Lo sa bene il Tottenham che ha dovuto trovare il più ispirato Lucas Moura per portare gli Spurs in finale di Champions.

Lo sa la stessa Atalanta che quest’anno ha faticato in casa e trasferta contro i furetti di Ten Hag.

Ecco perchè della Roma di ieri che ha vinto in Olanda dobbiamo essere fieri e orgogliosi.

Ajax-Roma highlights

Sembrava una di quelle sere europee maledette. Di quelle dove sulla Roma si abbatte un po’ di tutto. Dopo venti minuti a controllare l’Ajax e a cercare con il magistrale lavoro di Dzeko la profondità e di colpire in contropiede, Spinazzola si rompe. L’esterno che stava infilzando la destra degli olandesi deve ammainare la bandiera. Niente da fare problema muscolare.

Passa un quarto d’ora e l’Ajax che non conosce altro gioco, se non quello di pressare e spingere indietro l’avversario, sfrutta l’ingenuità clamorosa di Diawara che calibra male il passaggio indietro. Mancini è nei guai, anziché portarsi verso l’avversario, scappa via e arretra. Errore madornale: Klaassen è lì e serve Tadic a destra che aspetta il compagno per servirlo. A porta quasi aperta lo stesso Klaassen appoggia di piatto facile facile.

La Roma prende la botta e non reagisce. Un paio di minuti e Antony sbaglia a tu per tu contro Pau Lopez.

A questo punto i tifosi giallorossi vedono già la disfatta europea. E sarebbe andata anche così, se Tadic a inizio della ripresa non avesse sbagliato il rigore.

Il vento cambia e la forza psicologica pure. Sulla punizione intelligente guadagnata da Pedro, Pellegrini calcia con potenza, ma il peggio lo fa Scherpen che non trattiene la sfera.

Inerzia completamente mutata. La Roma non arretra più e torna a cercare il contropiede o la profondità con i suoi effettivi.

L’Ajax spinge a più non posso, ma trova un fantastico Pau Lopez che chiude su Brobbey e che para su un’incursione di Antony.

Il risultato andrebbe bene, anche così, ma la coriaceità e la convinzione mentale premiano la Roma. Calcio d’angolo al minuto 87′ e Ibanez lasciato colpevolmente solo calcia con un bel controbalzo di sinistro. Una bomba che si infila in porta.

Stavolta la botta è dell’Ajax che non spaventa più e la Roma cacciando la palla in avanti la porta a casa.

L’importanza di Ajax-Roma

Una vittoria che tiene in alto ancora l’orgoglio di un calcio italiano che in Europa ormai non ha più rappresentanza. La Roma vince con qualità tattica, cuore, grinta e abnegazione.

Fonseca, il tanto criticato Fonseca, guida i suoi alla perfezione. Dzeko continua a fare sponde, a correre, a tenere su la squadre e quando può prova a metterci lo zuccone per segnare.

Pedro corre, pressa, guadagna falli e tiene bassa la linea dei lancieri. Pellegrini è ormai sempre più un leader e insieme a Veretout propone gioco e idee. Oltre a segnare un goal che è preziosissimo.

Pau Lopez che non è bello da vedere stilisticamente, però è efficace. Non solo toglie le castagne di un 2-0 dal fuoco, ma chiude tutte le speranze dei lancieri.

La Roma, che già patisce per le difficoltà in campionato a qualificarsi in Champions, esce vincente da uno scontro dove non era favorita. 

La leggenda Ajax è rimandata all’esame di maturità europeo e ora dovrà fare l’impresa all’Olimpico.

I ragazzi di Fonseca hanno mostrato che sanno pungere, che sanno essere squadra e che non dipendono da nessuno. Uscito Spinazzola, Calafiori è entrato nella parte alla perfezione. Diawara, il cui errore pesa come un macigno, è stato aiutato e coperto da tutti i compagni ed è tornato a giocare una buona partita.

I tre difensori senza Kumbulla e Smalling hanno fatto una partita quasi perfetta. Non hanno fatto toccare palla né a Tadic, né a Brobbey, nè a Neres.

Ora per il ritorno c’è da sudare ancora sette camicie, ma la speranza di portare una squadra al tabellone di semifinale di Europa League.

E questo alla faccia di quelli che il Milan e la Juventus sono fuori dall’Europa e ora chi ci rappresenta. 

La nuova Roma di Friedkin che ha giovani bravi, vogliosi e un capitano che – traballa sì o traballa no – sa far giocare bene la sua squadra.

E allora forza Roma: oggi più che mai! 

Ajax-Roma: torna titolare Veretout, fuori Smalling e Mkhitaryan

Questa sera alle ore 21 la Roma sfiderà l’Ajax nella partita di andata per i quarti di finale di Europa League alla Johan Cruiff Arena di Amsterdam. Il ritorno è previsto per il 15 aprile allo stadio Olimpico. Ultima superstite tra le italiane in Europa, la squadra di Fonseca dovrà concentrarsi molto per la difficile sfida che l’attende. L’Ajax, come dichiarato anche dal tecnico portoghese, è una grande squadra offensiva e attualmente occupa la prima posizione in campionato. Gli olandesi arrivano da ben 18 vittorie, di cui le ultime 4 consecutive, su 19 match disputati. I giallorossi non avranno tempo da perdere. Dovranno rimanere molto concentrati, soprattutto nella fase difensiva, e mantenere un buon possesso palla. Sarà importante cercare di portare a casa un buon risultato per poter essere sempre più vicini alla qualificazione alle semifinali.

Ajax-Roma: probabili formazioni e dove vederla in TV

Il match di questa sera, Ajax-Roma, sarà visibile alle ore 21 su Sky e TV8. Si potrà seguire la partita anche attraverso le app di SkyGo e NowTv.

Ajax (4-3-3): Scherpen; Rensch, Timber, Martinez, Tagliafico; Klaasen, Gravenberch, Alvarez; Antony, Tadic, Neres.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Bruno Peres, Villar, Veretout, Spinazzola; Pedro, Pellegrini; Dzeko.

Roma-Shakhtar Donetsk: recuperati Dzeko, Calafiori e Ibanez. Out Veretout.

A seguito del successo riscontrato in campionato contro il Genoa, la squadra di Fonseca punta alla qualificazione nonostante le difficoltà riscontrabili nel match con lo Shakhtar. Tornano a disposizione Edin Dzeko, che probabilmente partirà titolare.  Calafiori e Ibanez disponibili mentre Veretout ancora out. Juan Jesus e Fazio esclusi dalla lista Uefa. Stasera si giocherà la partita di andata per la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League, e il tecnico portoghese si ritrova nuovamente a dover sfidare una sua ex squadra. Luis Castro è l’attuale allenatore dello Shakhtar, retrocessa dai gironi di Champions League, anche lui di origine portoghese.

Roma- Shakhtar Donetsk: probabili formazioni e dove vederla in TV

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kumbulla; Karsdorp, Diawara, Villar, Spinazzola; Pellegrini, Pedro; Mkhitaryan.

Shakhtar Donetsk (4-1-4-1): Trubin; Dodò, Kryvtsov, Vitao, Ismaily; Patrick; Tete, Marlos, Maycon, Taison; Moraes.

 Il match si giocherà allo Stadio Olimpico alle ore 21.00. Sarà possibile vederla su Sky Sport Uno, Sky Sport 252 e in chiaro su TV8. Inoltre si potrà seguire da dispositivi mobili attraverso l’app di SkyGo e Nowtv.

Roma-Braga: probabile partenza dal 1′ di Dzeko e El Shaarawy

Dopo aver concluso il match di andata con un 2-0 a favore dei giallorossi, la squadra di Fonseca punta a giocare un grande ritorno e ad arrivare a testa alta agli ottavi di finale di Europa League. Il tecnico portoghese sembra aver deciso di far partire il Faraone titolare insieme a Dzeko e Pedro. Riconfermato Pau Lopez in porta assieme a Cristante, Mancini e Spinazzola in difesa. Diawara e Veretout ad occupare la mediana mentre schierati sulle fasce vedremo Karsdorp e Bruno Peres. Come riporta Il Corriere dello Sport, Fonseca chiarisce che il risultato dell’andata non assicura la qualificazione agli ottavi di finale. Bisogna restare ben concentrati sulla partita di questa sera senza nessun tipo di distrazione. Prossimo match per i giallorossi, quello contro il Milan in campionato.

Roma-Braga probabili formazioni e dove vederla in TV

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Spinazzola; Karsdorp, Diawara, Veretout, Bruno Peres; Pedro, El Shaarawy; Dzeko.

BRAGA (3-4-2-1) Matheus; Borja, Rolando, Tormena; Zé Carlos, Al Musrati, Fransergio, Galeno; Gaitan, R.Horta; Ruiz.

Il ritorno dei sedicesimi di Europa League Roma-Braga si giocherà allo stadio Olimpico alle ore 21:00. Sarà visibile su Sky Sport Arena e Sky Sport 253, visibile anche in streaming sull’app di SkyGo e NowTv.

Braga-Roma sedicesimi di finale

Riprende il via l’Europa League. Questa sera alle 18:55 l’AS Roma sarà ospite in Portogallo per affrontare il Braga, che occupa il terzo posto nella classifica, nei sedicesimi di finale. Capolista lo Sporting Lisbona e subito dopo il Porto. Ad arbitrare sarà il romeno Kovacs. Dopo aver superato i gironi senza riscontrare particolari difficoltà, Fonseca spera di concludere al meglio la partita di stasera.

Braga-Roma probabili formazioni e dove vederla in TV

La partita sarà trasmessa su Sky Sport Arena (canale 204) e Sky Sport (canale 253). Sarà inoltre possibile seguirla tramite le app di SkyGo e NowTv

BRAGA (3-4-2-1): Matheus; Tormena, Raul Silva, Borja; Esgaio, Novais, Al Musrati, Galeno; Fransergio, Horta; Ruiz

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Diawara, Veretout, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko.

Cska Sofia-Roma: le scelte di Fonseca

L’AS Roma è, ormai, già qualificata da ben due turni ai sedicesimi di finale di Europa League ritrovandosi al primo posto nel girone A. Lo Young Boys, invece, occupa la seconda posizione con 7 punti. Appena dopo il Cluj con 5 punti. Questa sera i giallorossi saranno ospiti in Bulgaria per scontrarsi con il Cska Sofia che, oltre a ritrovarsi ultimi nel girone, non sono neanche mai riusciti a portare a casa un gol. La squadra capitolina lascerà spazio ai giovani. Il tecnico portoghese è pronto per schierare di nuovo titolare Riccardo Calafiori e dare l’opportunità di partire dal 1′ anche a Milanese, entrambi classe 2002.

Cska Sofia-Roma probabili formazioni e dove vederla in TV

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Kumbulla, Cristante, Juan Jesus; Bruno Peres, Diawara, Villar, Calafiori; Carles Perez, Milanese; Borja Mayoral.

CSKA SOFIA (3-4-1-2): Busatto; Zanev, Mattheij, Antov; Vion, Sankhare, Youga, Sinclair; Penaranda; Yomow, Sowe.

L’incontro di stasera tra Cska Sofia e Roma si terrà alle 18:55 in diretta su Sky Sport 252. Sarà, inoltre, possibile seguirla tramite dispositivo mobile con l’app SkyGo e NowTv.

L’AS Roma vince 3-1 contro lo Young Boys

La squadra capitolina aveva già assicurata la propria qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League dopo aver vinto con il Cluj in Romania, con ben 2 turni di anticipo. Ieri sera, giovedì 3 dicembre, l’AS Roma ha ospitato la squadra svizzera allo stadio Olimpico concludendo il match 3 a 1 a favore dei giallorossi. Prima rete al minuto 44 di Borja Mayoral. Bellissimo gol quello di Riccardo Calafiori, un 18enne della primavera che ormai ha disputato più partite in serie A come terzino sinistro nella squadra di Fonseca. La sua rete è arrivata al 59′: calcia il pallone a distanza facendo terminare il tiro nel sette di destra e raddoppiando il risultato. Conclude il match Edin Dzeko che segna un bel gol all’ 81′. L’AS Roma sale così a 13 punti, rimanendo posizionata in vetta alla classifica del girone A. Con la vittoria di ieri contro lo Young Boys riconferma la propria qualifica ai sedicesimi di finale di Europa League. Per la prima volta la squadra giallorossa ha vinto 4 dei primi 5 incontri in una fase a gironi di una competizione europea.

Cluj- Roma: primo incontro del girone di ritorno

L’AS Roma sarà ospite in Romania per disputare il primo match del girone di ritorno di Europa League. Dopo la fantastica vittoria riscontrata nel primo incontro con il Cluj e i grandi risultati riportati fino ad ora in campionato, Fonseca spera di concludere al meglio anche questa giornata.“Dobbiamo dimenticarci la partita di andata” sono, però, le sue parole riportate da Sky Sport. Non sarà un incontro semplice, ma se i giallorossi dovessero riuscire a guadagnare questi 3 punti, e il Cska Sofia dovesse vincere con lo Young Boys, sarebbero automaticamente già qualificati. Saranno indisponibili Ibanez, Kumbulla, Mancini, Smalling e Fazio. Dzeko torna disponibile ma partirà dalla panchina.

Cluj-Roma: probabili formazioni e dove vederla in TV

Il match tra il Cluj e l’AS Roma verrà trasmesso alle ore 21 su Sky Sport Uno, Sky Sport 252 e TV8. Visibile anche in streaming attraverso l’applicazione di SkyGo.

CLUJ (4-2-3-1): Balgradean; Susic, Ciobotariu, Burca, Camora; Itu, Djokovic; Rondon, Paun, Pereira; Debeljuh.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Bruno Peres, Juan Jesus, Cristante, Calafiori; Villar, Diawara; Perez, Pellegrini, Pedro; Borja Mayoral.

AS Roma- CSKA Sofia: le idee di Fonseca

Dopo la prima partita di Europa League conclusa 2-1 a favore dei giallorossi contro lo Young Boys, stasera la Roma ospiterà il CSKA Sofia allo stadio Olimpico confidando in una nuova vittoria. La squadra capitolina ora come ora si trova in vetta alla classifica del Girone A insieme al Cluj. Le scelte di Fonseca lasciano sorgere qualche domanda, ma il tecnico portoghese sembra essere sicuro delle proprie idee.   Il CSKA Sofia non sembra una squadra da sottovalutare, infatti in un’intervista rilasciata per il Corriere dello sport dice: “Hanno appena cambiato allenatore e ha dimostrato in passato, battendo una squadra come il Basilea, di essere pericoloso. Sono molto forti fisicamente. Non dovremmo lasciare loro modo di prendere fiducia quindi occhio all’atteggiamento.”

Roma- CSKA Sofia: probabili formazioni e dove vederla in TV

Lo scontro tra AS Roma e CSKA Sofia si terrà alle 21 allo stadio Olimpico e verrà trasmesso su Sky Sport 204 e Sky Sport 253. Streaming attraverso il servizio SkyGo.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Smalling, Fazio, Juan Jesus; Karsdorp, Cristante, Villar, Bruno Peres; Pellegrini, Perez, Borja Mayoral.

CSKA SOFIA (4-2-3-1): Busatto; Vion, Antov, Mattheij, Mazikou; Youga, Tiago Rodrigues; Yomov, Sankharé, Henrique;  Sowe.

L’AS Roma riparte in Europa contro lo Young Boys

Si svolgerà a Berna la prima partita di Europa League per l’AS Roma, in casa dello Young Boys. Dopo l’ultima partita di campionato contro il Benevento finita 5-2 per i giallorossi e la vittoria a Udine, il mister Fonseca è molto fiducioso di poter tornare a casa con un buon risultato. Si pensa di dare fiducia a Carles Perez, giocatore che la scorsa domenica ha fatto impazzire i tifosi segnando un gol strepitoso a soli 4 minuti dalla fine della partita contro il Benevento, o a Borja Mayoral. Probabile riposo per Dzeko.

Nello stesso girone dell’AS Roma (girone A) oltre allo Young Boys, c’è il Cluj e il CSKA Sofia.

Young Boys- Roma probabili formazioni e dove vederla in TV

La partita Young Boys- Roma avrà inizio alle ore 18:55 e sarà visibile su Sky Sport Arena, Sky Sport 253, Sky Sport 484 e in streaming sull’app SkyGo.

Probabili formazioni:

Young Boys (4-4-2): Von Ballmoos; Hefti, Lustenberger, Zesiger, Lefort; Sulejmani, Rieder, Sierro, Ngamaleu; Nsame, Meschack.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Peres, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola; Villar, Cristante; Perez, Pellegrini, Mkhitaryan; Borja Mayoral.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.