La Via Crucis di Gattuso

314
Gattuso pensieroso
Gattuso

Gattuso come Gesù, che passione ogni Domenica

Gattuso, ogni partita, è sulla graticola con una croce pesantissima in spalla nemmeno fosse Gesù durante la Via Crucis. Ha il dovere di portare questo Milan in Champions e non passa match in cui non gli venga fatta una radiografia per trovare eventuali difetti, lacune o errori commessi. Guai però a osannarlo o a considerarlo un allenatore vero, almeno secondo molti “tifosetti” o “pennivendoli”. In campo era per la maggior parte grinta e generosità, ecco, questa maschera, il nostro Rino, sta facendo una fatica immensa a levarsela, ma non certo per colpa sua.

7 sconfitte in un anno di panchina per Gattuso

Gattuso come Gesù. Per alcuni tifosi l’unico problema sarebbe lui…

Questi sono i numeri. Trattarlo come molti han fatto fino a solo una settimana fa è vergognoso. Ricordiamoci che fino alle 22.20 del Derby, il Milan di Gattuso, era considerato uno dei migliori club per gioco espresso quest’anno in SerieA. Possibile che dopo il passo falso coi cugini e la conseguente inciampata in EuropaLeague, tutto, sia già messo in discussione? Siamo seri, anzi, siate seri! Innanzitutto la rosa non è stellare. Tolti quei quattro o cinque elementi, il resto, son ottimi prospetti per il futuro, molto giovani e da far crescere. Ecco, c’è ancora qualche mela marcia, come diceva il nostro Berlusconi. Per il raccolto dell’umido, però, c’è tempo a Gennaio e a Giugno prossimo durante le finestre di mercato.

4-4-2 o 4-3-3 ?

I numeri non sono sempre lo specchio della realtà, almeno nel gioco del calcio. Dopo le due sconfitte consecutive rimediate dal Milan, il male peggiore, è parso, a detta di alcuni tifosi, il modulo. Modulo che metterebbe in difficoltà le nostre punte e a tratti il nostro centrocampo, lasciato spesso in inferiorità numerica con le tre punte da supportare. Ecco, ora vi chiedo una cosa: anche nel girone di ritorno scorso questo modulo non vi piaceva? Perchè 39 punti non li fai per caso e con Kalinic punta…

Questo per dire che spesso il modulo è relativo, contano la carica agonistica, lo stato di forma fisico e soprattutto mentale e, lasciatemi dire che, anche se è successo nel Derby, qualche black-out per una squadra rifondata due anni consecutivamente, è concesso e compreso.

La strada è lunga e piuttosto in salita ma sono ottimisti e siatelo anche voi. Non si torna stellari in due anni e non si passa da buona squadra a banda di scappati di casa in due giornate. Già con la Sampdoria qualcosa si è visto, tre punti sono arrivati e siamo pronti per recuperare con il Genoa. Match che, se vinto, ci lancerà direttamente al quarto posto. Siete ancora convinti che Gattuso sia così inadeguato?

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.