Roma-Lazio 1-1: un pareggio del tutto immeritato per i giallorossi

101
Roma Lazio

Roma-Lazio: i tifosi giallorossi a Trigoria

Roma-Lazio termina 1-1. Domenica 26 gennaio lo stadio Olimpico ha ospitato il derby più atteso e sentito del campionato: il derby della capitale. La partita dell’andata, giocata durante la seconda giornata di serie A con la Lazio in casa, si era conclusa 1-1. Gol di Kolarov su rigore al 16′ e gol di Luis Alberto al 58′.

Per il match di ritorno la preoccupazione dei romanisti era alle stelle, considerando l’altissimo numero di infortunati. Ma questo non ha di certo spento la carica dei tifosi giallorossi che nella giornata di sabato, durante gli allenamenti, hanno invaso Trigoria per supportare la prima squadra della capitale.

Fumogeni, cori, bandiere e uno striscione con la scritta “Domani una battaglia, vincete per Zaniolo”. Una situazione commovente per i giocatori che hanno espresso la propria gratificazione anche sui social, e per Fonseca che ammette di “non aver mai sentito un sostegno così forte e un’emozione del genere”. 

Un pre-partita emozionante: coreografia e Rizzitelli

L’Olimpico si riempie, e sul ritornello di “Roma Roma Roma” dalla Curva Sud si iniziano ad alzare bandierine rosse da un lato e giallo dall’altro, mentre al centro scende un’enorme stemma dell’As Roma, il vecchio stemma.

In occasione di questo incontro un ospite speciale si dirige in lacrime sotto la Curva Sud prima della partita: Ruggiero Rizzitelli. Con grande foga sventola una sciarpa giallorossa facendo esaltare ed emozionare tutti i tifosi. Dalla Curva Nord, invece, cerca di prendere forma un gioco di luci che sicuramente non riesce al meglio. Una coreografia indecifrabile, se non con un po’ di immaginazione. La prima lettera sembra essere un mix tra una P e una F. La seconda parte della scritta, invece, rimane dubbiosa.. “forza” chi?

Le formazioni di Roma Lazio

Reduci da alcune sconfitte e consapevoli di una Roma non proprio ben assestata, confidiamo nel nostro mister e nella nostra squadra, sapendo anche che nel derby può succedere qualsiasi cosa. Soprattutto in quello della capitale, dove non c’è altro pensiero che battere i nemici di una vita: i biancocelesti.

Fonseca sostituisce Kolarov titolare con Spinazzola e Florenzi con Santon, coppia centrale Smalling-Mancini. Il resto della formazione rimane simile a quella della partita di Coppa Italia contro la Juve, ad eccezione della mediana che non vede protagonista Diawara a causa di una lesione al menisco. Viene quindi schierato Veretout al fianco di Cristante. Under, Pellegrini, Kluivert davanti e Dzeko ritorna in punta.

Lazio con il 3-5-2: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

Primo tempo Roma Lazio highlights

La Roma inizia al meglio questo primo tempo. Alta percentuale di possesso palla e molte belle azioni. Una delle quali porta Dzeko al gol. Al 26′ Cristante regala un perfetto assist al bosniaco che colpisce di testa il pallone e lo indirizza sotto la traversa segnando il gol di vantaggio per i giallorossi. Dopo scarsi 10 minuti succede l’inspiegabile. Al 34′ la Lazio batte un calcio d’angolo, la palla viene colpita da Santon di testa e in seguito dalla mano di Pau Lopez per poi essere toccata da Smalling. Alla fine di tutto questo ricade ai piedi di Acerbi che non perde l’occasione di buttarla in rete e firmare il pareggio. Un pareggio davvero ingiusto, se consideriamo anche un probabile fallo del biancoceleste su Pau Lopez che, però, non viene minimamente considerato. Finisce il primo tempo 1-1.

Secondo tempo Roma-Lazio highlights

La Roma meritava di vincere sotto ogni aspetto. All’inizio del secondo tempo i giallorossi tornano in campo ancora più aggressivi, mantenendo il controllo degli avversari fino alla fine della partita e sfiorando per più volte il gol. Dzeko si avvicina ad una conclusione per ben tre volte. Tutte e tre le palle indirizzate in porta vengono parate da Strakosha, tra cui la prima presa di faccia. Il nostro numero 9, insieme a tutti i tifosi romanisti, rimane incredulo alla vista di tutto ciò che stava accadendo. Altra situazione che rimane dubbiosa è quella del rigore negato alla Roma per il contrasto di Patric, entrato in sostituzione a Luiz Felipe, con Kluivert. Sul momento Calvarese fischia un rigore netto, ma dopo aver controllato il VAR, tra fischi e stupore dei tifosi giallorossi, si contraddice e decide di annullarlo. Si conclude, quindi, 1-1 il derby della capitale che nonostante tutto rimane, come da tradizione, una partita piena di tensione e competizione.

Al Roma club Milano

Al Roma club Milano le emozioni provate non sono state di certo minori rispetto a quelle che hanno avvolto tutto lo stadio. Nonostante la bellissima performance della squadra, la fortuna non è stata dalla nostra parte, ma è stata sicuramente dalla loro. Per i biancocelesti questo è un punto d’oro considerando il pareggio dell’Inter e la sconfitta della Juve. Ora si ritrovano a 2 punti dall’occupare il secondo posto, mentre noi continuiamo a lottare per lasciare indietro l’Atalanta che si trova ancora a un solo punto di distanza. La prossima partita in programma sarà quella contro il Sassuolo di sabato 1 febbraio. E’ vero, questo pareggio non ci soddisfa minimamente se pensiamo alla classifica, ma ci soddisfa e ci rincuora vedere la nostra Roma che sta cercando di risollevarsi e di riprendere il giusto spirito per affrontare ogni competizione. Questa era la Roma che aspettavamo con ansia di ritrovare.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.