Salernitana-Benevento: caduta e risalita di due club

97
Massimo Coda, protagonista di Salernitana-Benevento
Massimo Coda, protagonista di Salernitana-Benevento

Salernitana-Benevento è la gara tra due grandi deluse in cerca di riscatto. Lo scorso anno i granata si salvarono allo spareggio dalla Lega pro mentre i giallorossi fallirono clamorosamente la promozione ai play off. Ora le due squadre ripartono per provare a risalire la china. E’ curioso che, per farlo, si siano affidati a due tecnici in caduta libera: Ventura e Inzaghi.

Ventura-Inzaghi: Torino e azzurro nel destino

Ventura e Inzaghi hanno in comune due cose: la città di Torino e la Nazionale. Il tecnico genovese ebbe la sua consacrazione negli anni passati sulla panchina granata. Fu grazie ai risultati ottenuti lì che ebbe la chanche di allenare gli azzurri.
Inzaghi a Torino, sponda bianconera iniziò la sua crescita tra i grandi, prima di consacrarsi definitivamente nel Milan.

La Nazionale ha, invece, lasciato ricordi diversi nei due personaggi. SuperPippo è un campione del mondo, l’uomo della “fuga verso il gol” contro la Repubblica Ceca. In azzurro ha messo a segno 25 reti ed è stato uno dei più amati giocatori degli anni novanta-duemila.

Ventura…beh: di lui sappiamo tutto. E’ il ct che ha lasciato la ferita più profonda nel cuore degli italiani. L’uomo sotto la cui gestione, gli azzurri hanno toccato il punto più basso della loro storia. Insomma: uno degli allenatori più odiati d’Italia. E’ un’affermazione forte, ma che si può fare senza paura di smentita.

Come se non bastasse, Ventura e Inzaghi sono reduci dai fallimenti della stagione passata. La pantomima di Verona, sponda Chievo, ha dato un ulteriore scossone alla già traballante carriera di Giampiero. L’ennesimo fallimento in serie A, questa volt con il Bologna, ha certificato le difficoltà di SuperPippo a certi livelli.

Salernitana-Benevento: sfida per risalire

Salernitana-Benevento è, quindi, molto più di un derby. E’ una sorta di riscatto. Vincere non dà solo la supremazia regionale, ma regalerebbe molto di più: la certezza di essere sulla buona strada per tornare grandi. Lunedì sera, all'”Arechi” si sfideranno Giannetti e Coda, due veterani della categoria. La loro prestazione avrà senza dubbio un peso nel match.

I tifosi granata fin qui, hanno risposto in modo blando alla prevendita di biglietti. La truppa sannita, invece, si preannuncia al gran completo. Tra le due tifoserie, contrariamente a quanto si può pensare, i rapporti sono neutrali. Sembra il clima ideale per gustarsi un match che promette comunque spettacolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.