Milan-Bologna: finalmente si ricomincia, con un Rebic in più

15

Milan-Bologna è la prima sfida di questa nuova stagione per il Diavolo. I Rossoneri di Pioli, ripartiranno come hanno finito la passata stagione, o le cose saranno più difficili?

Intanto andiamo a capire, se, dopo la riapertura degli stadi in questi giorni, Millan-Bologna è aperta al pubblico.

Milan-Bologna: dove prendere i biglietti?

Indice dei contenuti

Per ora la sfida di San Siro (scopri la storia dello stadio) non prevede biglietti vendibili al pubblico. Nonostante Parma-Napoli e Juventus-Sampdoria di ieri, il Mila non ha trovato modo di organizzarsi e far avere i biglietti ai tifosi.

In attesa vi ricordiamo quali sono i canali ufficiali dove acquistare i tagliandi rossoneri:

  • sito ufficiale del Milan, previa registrazione
  • la biglietteria di Casa Milan
  • le filiali BPM
  • i punti vendita vivaticket online
  • le casse dello stadio, aperte il giorno della partita 

Milan-Bologna: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

In attesa che lo stadio si riempia, secondo le regole nuove, ecco le probabili formazioni delle due squadre.

Il Milan ritrova Rebic, che non può giocare in Europa League per squalifica, e lo lancia dal primo minuto. Anche Leao, fermo per coronavirus, a breve tornerà. Pioli sembra orientato a schierare la formazione di giovedì scorso con le mancanze di Romagnoli e Conti.

Nel Bologna, invece, manca Medel, mentre esordirà De Silvestri.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Gabbia, Kjaer, Theo Hernanez; Kessié, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Rebic, Ibrahimovic. All. Pioli

Bologna (4-2-3-1): Skorupski, De Silvestri, Tomiyasu, Danilo, Dijks; Schouten, Dominguez; Orsolini, Soriano, Sansone, Barrow. All. Mihajlovic. 

La sfida sarà trasmessa alle 20.45 da Sky Sport Serie A e Sky Sport e in streaming su Skygo e NOW TV. 

Milan: considerazioni prima della stagione

Personalmente sono molto curioso e piuttosto fiducioso per questa nuova stagione. Manca pochissimo ormai all’esordio del Diavolo: questa sera, infatti, vedremo con un po’ più di chiarezza di che pasta è fatto questo Milan.

Certo, mancano ancora almeno un paio di innesti in mezzo al campo. Un terzino che possa sostituire Theo e un centrale che possa dar man forte a Kjaer e Romagnoli. Troppo difficile affrontare una stagione con il solo Laxalt a sinistra come riserva. Soprattutto, però,  con Gabbia, acerbo, Duarte, incognita e Musacchio, sempre mezzo rotto, a dare fiato ai due difensori centrali titolari. Per questo motivo le manovre di calciomercato non sono ancora finite, ma speriamo tutti che possano concretizzarsi il prima possibile.

Per seguire le ultime cliccate qui, dove vi aggiorniamo passo passo riguardo trattative ed eventuali acquisti.

Finalmente Rebic

A molti tifosi stenta ancora a piacere. Io, invece, lo apprezzo molto. Ovviamente parlo del giocatore da Gennaio in poi dell’anno scorso. Ovvero un atleta determinato, concentrato e dedito al lavoro. In grado di spaccare letteralmente le difese e le partite. Certo, è ancora un po’ confusionario in alcuni frangenti, ma lui è sempre stato così. Il segreto è sfruttare al meglio quelle quattro o cinque folate a partite che garantiscono sempre occasioni da gol. Per non parlare dell’intesa che ha con Ibra e con Theo. Con quest’ultimo, infatti, crea sulla fascia sinistra una corsia devastante. Difendono poco? Chissenefrega!

A calcio vinci se fai un gol in più dell’avversario e per tutta la seconda parte di stagione scorsa, questo motto, ha funzionato a dovere. Nel momento in cui tu schiacci l’avversario nella sua metà campo, perchè hai un gioco offensivo, viene poi molto più facile controllare la partita ed eventuali azioni di contrattacco. Ecco, bisogna stare attenti ad eventuali contropiedi, ma sono dell’idea che la miglior difesa resta sempre e comunque l’offesa.

Non si potrà adottare per ogni avversario, ma con le cosiddette piccole o con squadre che sono abituate a partire da dietro, pressare alti e rimanere nella metà campo avversaria ti porta già ad essere in una favorevolissima posizione di vantaggio.

E’ un po’ quello che mi aspetto stasera: Milan-Bologna dovrà essere una partita di controllo e il più possibile lontani da Donnarumma, per tagliare sul nascere ogni azione del Bologna e mandare le loro trame di gioco in tilt. Questo anche per risparmiare preziose energie, visto che il mese di Settembre, tra preliminari e campionato, sarà veramente tosto.

 

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.