Parma-Juventus: sprazzi di sarrismo con una puntatina di Allegri

Sprazzi di sarrismo nel primo tempo con una puntatina di Allegri nella ripresa. Questo basta per batter il Parma.

167

Parma-Juventus: un primo tempo dove si sono viste idee di gioco (finalmente). Un secondo tempo dove la condizione, non ancora al meglio, e alcuni strascichi di Allegri, hanno fatto si che la squadra calasse, rischiando di buttare al vento la gara.

Cosa ci ha detto questa prima partita? 

Questa prima gara ci ha fatto vedere (primo tempo) quello che potrebbe essere il gioco di quest’anno. Pochi tocchi, velocità nelle verticalizzazioni e giro palla. Finalmente abbiamo visto una Juve che comanda il gioco, decide come giocare e come fare giocare gli avversari.

Pochi errori commessi su alcune palle perse a centrocampo da Pjanic, che hanno causato le uniche occasioni da goal dei Ducali.

La seconda frazione di gioco è stata un pò più problematica. Vuoi il caldo, vuoi la condizione non al top, vuoi che il Parma ha deciso di non fare la vittima sacrificale, così la squadra ha iniziato a rallentare, subire il pressing avversario, sbagliare troppo e rischiare di buttare la vittoria.

Chi ha incastrato Dybala?

Paolo Dybala

Da sicuro titolare a panchinaro in meno di 24 ore. Chi ha incastrato il nostro numero 10? Da prima gli è stato preferito Higuain, poi al momento della sua sostituzione si è visto sfilare il posto da Bernardeschi e, per non finire, quando Douglas Costa si è infortunato, non è entrato per far spazio a Cuadrado.

Insomma sembra che nella scala gerarchica sia stato scavalcato da molti. Un segnale di addio? una semplice scelta tattica? o c’è dell’altro?. Qualcuno diceva ” Lo scopriremo solo vivendo..”. Fatto sta che non è un bel segnale quello dato ieri.

Personalmente spero rimanga perché con questo nuovo corso dettato da Sarri, potrebbe ritagliarsi un bel posto da protagonista alternandosi con Douglas Costa o in un eventuale cambio modulo fungendo da trequartista.

L’importanza di avere Higuain

Nel gioco di Sarri l’attaccante centrale, il bomber, l’ariete è fondamentale per sviluppare al meglio il tipo di gioco che lui predilige.

E ieri questo si è visto. I continui scambi con CR7, l’intesa con quest’ultimo, i continui interscambi con i compagni per creare spazi, hanno dato un senso. Intendo che uno come lui potrebbe restar benissimo alla Juve e fare tanti goal assieme a Ronaldo.

Parma-Juventus: pagelle – Douglas Costa e Alex Sandro i migliori

In Parma-Juventus Costa e Sandro tra i migliori in campo. Già in forma smagliante, si sono fatti vedere con le loro migliori armi. Dinamismo, capacità di saltare l’uomo e andare sul fondo e recuperare palloni. Insomma un buon inizio per i due.

Rabiot come un pesce fuori dall’acqua

Nel secondo tempo, Martusciello decide di far esordire in Serie A il francese al posto di un Khedira spento. Pronti via è si fa soffiare una, due tre palle dagli avversari. Sembra smarrito, spaesato, come se vedesse un campo da calcio per la prima volta o come se si trovasse davanti a Maradona. Fortunatamente rimane lontano dall’azione e più di tanto, i suoi errori, non comportano danni irrecuperabili.

Se questo è il suo bigliettino da visita, siamo a posto. Spero di dovermi ricredere rispetto a quello che ho detto negli articoli precedenti.

Ragazzi comunque la prima è andata, ora ci aspetta il Napoli ed è subito scontro diretto. Saremo pronti, come sempre alla battaglia. FINO ALLA FINE.

Leggi anche: Consigli fantacalcio Juve: la rivoluzione di Sarri e i portatori di bonus

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.