Valencia-Chelsea: al Mestalla sfida al cardiopalma

201
Valencia-Chelsea
Valencia-Chelsea

Valencia-Chelsea finisce 2-2 con un gran goal di Daniel Wass. Blues sempre in vantaggio, Valencia sprecone

Valencia-Chelsea: il match del Mestalla

Il Valencia spreca tanto al Mestalla. Passa in vantaggio con Soler su cross dalla destra di Rodrigo Moreno. Poco dopo Kovacic segna da fuori area con un preciso tiro di collo. Nella ripresa è il Chelsea ad andare avanti con Pulisic. Il Valencia va all’assalto del pareggio e ha l’occasione su calcio di rigore ma Capitan Parejo stavolta si fa ingannare dal suo connazionale Kepa. Sul finale entrano Gameiro, Kang In Lee e Francis Coquelin ma a trovare il 2-2 è Daniel Wass con un tiro perfetto che inganna il portiere dei blues. Il Valencia attacca ma non riesce a trovare la giocata decisiva e si giocherà tutto ad Amsterdam contro l’Ajax, vittorioso per 2-0 contro il Lille.

La gara di andata

Rodrigo Moreno segna il goal vittoria allo Stanford Bridge per il suo Valencia
Rodrigo Moreno segna il goal vittoria allo Stanford Bridge per il suo Valencia

All’andata il Valencia aveva espugnato lo Stanford Bridge vincendo per 1-0 con rete di Rodrigo Moreno. I blues avevano fallito l’aggancio su calcio di rigore fallito da Barkley. Era la prima grande vittoria di Celades che poi ha alternato grandi vittorie a qualche passo falso.

La classifica

La classifica di Champions League alla vigilia diceva Valencia, Chelsea e Ajax a 7 punti. Le ultime due sono favorite dal calendario perchè giocheranno una sfida contro il Lille mentre gli spagnoli devono affrontare le altre due avversarie con l’ultima gara prevista ad Amsterdam. Proprio per questo motivo la sfida del Mestalla diventava decisiva per il passaggio del turno. Il Valencia non poteva fare calcoli e dovava vincere ma il Chelsea è una squadra molto forte ed ha messo in grossa difficoltà l’Ajax, semifinalista di Champions League nella passata edizione.

Qui Chelsea: Azpilicueta capitano coraggioso

Azpilicueta
Azpilicueta, il Capitano del Chelsea

Azpilicueta contro l’Ajax aveva ribaltato la partita. Prima il goal del 4-2, poi addirittura la rete per il 5-4 che avrebbe dato la vittoria agli inglesi, annullato dal var. Il giocatore spagnolo, classe 1989 di Pamplona, ha giocato tutti i 360 minuti fin qui di Champions League e 12 dei 13 match di Premier League. Il Chelsea è quarto e ha appena perso per 2-1 lo scontro diretto contro il Manchester City.
Per la sfida contro il Valencia Lampard non avrà a disposizione Rudiger, Barkley, Van Ginkel e Pedro, tutti con infortuni preoccupanti.

Lampard: il 4-3-3 con Abraham come finalizzatore

Frank Lampard, ex storico capitano del Chelsea, dovrebbe schierare il 4-3-3 con Arrizabalaga in porta, difesa a quattro con James, Christensen, Zouma e Azpilicueta. In mezzo Kovacic, Jorginho e Kanté, davanti Abraham, Willian e Pulisic con l’ex Batshuayi pronto a subentrare e voglioso di rivincita dopo che Voro lo aveva scaricato l’anno scorso. Era dato in panchina ma invece parte titolare l’ex Inter Kovacic che sta trovando sempre più spazio nell’11 di Frank Lampard.

Celades: manca Kondogbia

Kondogbia
Kondogbia

Il Valencia sabato ha perso 2-1 a Siviglia contro il Betis. Parejo è in gran forma e ha potuto allenarsi con la squadra dopo la mancata convocazione con la Roja. Mancherà Kondogbia, ma torna Coquelin che sarebbe dovuto partire in mezzo con il Capitano. Ferrán Torres è in gran forma e sta facendo la differenza anche con l’under 21 spagnola.
Celades dovrebbe schierare Cilessen in porta, difesa a quattro con Gayá, Garay, Gabriel Paulista e Jaume Costa. Sugli esterni Torres e Kang In Lee, con l’idea Vallejo che potrebbe essere sfruttata. Davanti Rodrigo Moreno e Maxi Gomez con Gameiro pronto a subentrare.
Celades potrebbe sorprendere alla vigilia e provare Thierry Correia o Carlos Soler, fin qui poco utilizzati. Daniel Wass può anche essere utilizzato in mezzo se Coquelin non ce la fa.

Mestalla: tempio del Valencia

Mestalla

Dopo la sconfitta con l’Ajax, il Valencia cerca la vittoria nel suo tempio, il Mestalla. In attesa del nuovo stadio, l’impianto di Avenida de Suècia, nella zona dell’università, con 55.000 spettatori sarà caldissimo per la partita dell’anno. Costruito nel 1923, il Mestalla è lo stadio più antico della Liga. I lavori per il Nou Mestalla si protraggono ma nel frattempo la casa del Valencia ha organizzato anche un bel tour per tutti gli appassionati del calcio che racconta la storia dello stadio e del Valencia.

Valencia-Chelsea: la vigilia

Kang in Lee
Kang in Lee

Sarà bellissimo lo scontro tra Jorginho e Parejo, i due giocatori più tecnici delle due squadre. Davanti attenzione ad Abraham e Maxi Gomez, i due attaccanti più caldi dei due team. Per i giovani ci auguriamo una bella partita dei due emergenti: il coreano Kang In Lee del Valencia, che ha colpito la traversa contro il Betis ed è stato miglior giocatore all’ultimo Mondiale under 20. Mason Mount, classe 1999, campione Europeo under 19 nel 2017, ha ricevuto la prima convocazione nella Nazionale dei Tre Leoni contro la Bulgaria. Mount è una mezzala veloce che segna, con un passato al Vitesse e al Derby County, può mettere in difficoltà Jaume Costa sull’out destro. Alle 18.55 Spagna e Inghilterra saranno collegate per questa bella sfida di Champions League. Sarà un grande spettacolo.

Valencia-Chelsea: il match del Mestalla

Il Valencia spreca tanto al Mestalla. Passa in vantaggio con Soler su cross dalla destra di Rodrigo Moreno. Poco dopo Kovacic segna da fuori area con un preciso tiro di collo. Nella ripresa è il Chelsea ad andare avanti con Pulisic. Il Valencia va all’assalto del pareggio e ha l’occasione su calcio di rigore ma Capitan Parejo stavolta si fa ingannare dal suo connazionale Kepa. Sul finale entrano Gameiro, Kang In Lee e Francis Coquelin ma a trovare il 2-2 è Daniel Wass con un tiro perfetto che inganna il portiere dei blues. Il Valencia attacca ma non riesce a trovare la giocata decisiva e si giocherà tutto ad Amsterdam contro l’Ajax, vittorioso per 2-0 contro il Lille.

Ecco gli highlights del match

Espugnato Stanford Bridge: il Valencia di Celades inizia a prender forma

Super Ferrán Torres: la settimana perfetta del Valencia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.