Manchester City: sogno Champions più vicino

268
Etihad Stadium Manchester City
Etihad Stadium Manchester City

Alla decima partecipazione alla Champions League, grazie alla vittoria nel doppio confronto con il PSG, i Blues sono riusciti a centrare la finale della competizione rincorsa per anni con investimenti faraonici.

The King Manchester City

Dall’arrivo dello sceicco Mansour in terra Britannica nel 2008, il City è diventata una realtà del calcio inglese, portando a casa ben 15 trofei nazionali.
La prima partecipazione alla Champions League risale all’annata 2011/2012 con l’eliminazione nella fase a gironi, cosa accaduta anche nell’anno seguente.
Nei due anni successivi, con alla guida il cileno Manuel Pellegrini, incontra l’ostacolo Barcellona che ferma i Citizens ben due volte agli ottavi, con quattro vittorie in quattro incontri.

La stagione 2015/2016, fa registrare la miglior prestazione in ambito europeo da parte dei Blues, con l’arrivo alla semifinali, dove verrà eliminato dal Real Madrid, futuro campione, soltanto grazie ad un autogol di Fernando.

L’era Guardiola

Dalla stagione seguente, oltre ai colpi di mercato nel campo, ne arriva anche uno in panchina, Pep Guardiola.
Malgrado il bel calcio espresso in Premier e i vari trofei conquistati in terra inglese, in Europa il City continua a faticare.
Fuori a sorpresa agli ottavi contro il Monaco di un giovanissimo Mbappe, e tre eliminazioni ai quarti di fila (Liverpool,Tottenham e Lione).
Ogni stagione i Citizens sono partiti tra le favorite per alzare il trofeo, ma la mancanza di esperienza e di gioco nelle partite fondamentali, soffrendo la pressione della competizione, ha portato grandi delusioni, che hanno messo in dubbio anche Guardiola nelle ultime annate.

Manchester City: il cambio di rotta

Quest’anno il salto di qualità è arrivato da tutti gli effettivi della rosa, dai senatori ai nuovi arrivati, come per esempio un De Bruyneon fire” che in questa edizione non ha sbagliato nessuna delle partite clou, o il nuovo acquisto (arrivato tra i dubbi per il prezzo del suo cartellino) Ruben Dias, che ha eretto un muro nella difesa del City e portato la tanto agognata stabilità nelle retrovie che veniva cercata negli scorsi anni.

Sembra veramente la stagione giusta, con ogni tassello messo al proprio posto nella perfetta macchina guidata da Guardiola.

Manchester City: trofei 2021

Tra l’imminente trionfo in Premier, la già conquistata Carabao Cup e la finale di Champions potrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione dei Blues nel calcio Europeo.
Ultimo scoglio sarà il Chelsea di Tuchel, che ha eliminato nella doppia sfida il Real Madrid e  che in stagione ha già sconfitto il City nelle semifinali di FA Cup e che sarà il prossimo avversario nella partita di Premier.

Sarà la seconda finale tutta inglese negli ultimi tre anni, le squadre si affronteranno allo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul il giorno 29 Maggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.