Nella Liga si giocherà ogni 72 ore dal martedì alla domenica

9
La Liga logo
La Liga logo
abbonamenti Studio Samo

Il piano di Tebas: si gioca ogni 72 ore

Dopo che la Germania ha ripreso a giocare nel week-end del 16 e 17 maggio, la Liga fa dei passi in avanti verso la ripresa. Mancano 11 giornate alla fine e bisogna concludere il campionato entro fine luglio. Il piano del Presidente de la Liga prevede di giocare tutti i giorni con intervalli di 72 ore per giocare 2 volte a settimana per 6 settimane circa. In Andalusia e nel Sud della Spagna nel mese di luglio la temperatura di giorno arriva a 42-45° quindi le partite nel week-end sarebbero spostate dalle 20 in poi, a volte anche alle 23 per permettere le migliori condizioni climatiche per la partita di calcio.
In settimana le partite dovrebbero essere alle 19.30. Questo quanto è trapelato dalla riunione tra RFEF, La Liga e CSD (Consejo Superior de Deporte, Consiglio superiore dello Sport, il Coni italiano).

Via libera agli allenamenti dei professionisti in Spagna

Il Primo Ministro Spagnolo ha aperto alla fase 1 in Spagna (la nostra fase 2). Dall’11 maggio i giocatori professionisti hanno ripreso ad allenarsi. Mentre in Italia si partirà il 18 maggio con gli allenamenti collettivi, in Spagna i club professionisti hanno già ripreso con gli allenamenti. Saranno aperti anche i centri sportivi ad alto rendimento, settore di grande importanza economica nel Paese Iberico.

abbonamenti Studio Samo

Calcio europeo 19-20: colpo di scena Premier per la ripartenza

I protocolli per gli allenamenti

Nella fase 0 che parte dal 4 maggio, i giocatori si alleneranno individualmente. Nella fase 1 invece i calciatori si potranno allenare nei centri sportivi. Il protocollo dovrebbe prevedere che il calciatore arrivi all’allenamento con la sua auto sanificata a spese del club e dovrà tornare nella propria abitazione alla fine della seduta di allenamento dove sono ammessi esclusivamente le persone conviventi. Gli atleti dovranno arrivare al centro sportivo già cambiati e sul campo potranno togliere la mascherina. Sembra svanita l’ipotesi surreale di doversi allenare con i guanti.

Il ritiro della squadra

Molto probabile è l’adozione di un ritiro da parte della squadra da fine maggio in poi per diminuire i contatti esterni. Infatti in caso di tampone positivo al Covid-19 di uno tra i calciatori, i controlli diventeranno quotidiani per tutte le persone entrate in contatto con l’eventuale calciatore positivo.

Nessuna decisione sulla ripresa della Liga

Non sono invece ancora state prese decisioni sull’eventuale ripresa della Liga. Il Ministero della Salute Spagnolo valuterà a seconda della discesa della curva del contagio che è in forte decrescita in Spagna ma i cui casi rimangono alti nella Comunidad de Madrid (66.000 pazienti positivi circa al 17 maggio 2020 e oltre 8.000 morti) e in Catalogna (quasi 56.000 positivi al 29 aprile 2020 e 5.900 morti circa). Le due Comunidades rappresentano infatti oltre la metà dei casi totali della Spagna che al 17 maggio 2020 sono 231.350 circa (Fonte: El Paìs).

La Liga: si terminerà?

Mancano 11 giornate alla fine della Liga e per terminare la stagione bisognerebbe riprendere tra il 13 e il 20 giugno giocando ogni 3 giorni. La vittoria della Liga sembra una battaglia a 2 tra Barcellona e Real Madrid. I catalani guidano la classifica con 58 punti, seguono i blancos con 56.

Classifica Liga al 29 aprile 2020
Classifica Liga al 29 aprile 2020 – Fonte: diretta.it

La battaglia per la Champions League

Apertissimo il discorso Champions League con il Siviglia che è al terzo posto con 47 punti, seguono Real Sociedad e Getafe con 46, Atlético Madrid con 45, Valencia con 42. Cercheranno di riavvicinarsi Villareal, Granada (38 punti) e Athletic Bilbao (37 punti) che seguono i murcielagos in classifica.

La zona retrocessione

In ultima posizione ecco l’Espanyol con 20 lunghezze. Lo accompagnano in zona retrocessione Leganés e Mallorca con 23 e 25 punti. Poco sopra ecco Celta Vigo con 26 lunghezze, Eibar 27 e Valladolid 29. Ma una gran parte dei punti dovrà essere cercata anche con le ultime squadre che rischiano di essere risucchiate nella zona retrocessione ovvero Osasuna (34 punti), Betis Siviglia, Levante (33 punti) e Alavés (32 punti) che hanno da 9 a 7 punti dalla salvezza ma sono anche tra 11 e 13 punti dall’ultimo posto disponibile per andare in Europa occupato attualmente dall’Atletico Madrid.

La ripresa della Liga?

Insomma tutti gli appassionati di calcio si attendono una ripresa della Liga ma solo in condizioni di sicurezza. Si riuscirà a giocare? Chi pagherà i tamponi? Il Governo consentirà gli spostamenti tra le Regioni (Comunidades) se i dati sui contagi miglioreranno? Quale sarà il calendario? Ci sono ancora troppi dubbi sulla ripresa del calcio che rischia di chiudere qui questa stagione che è stata in ogni caso più che avvincente.

Real Madrid vs Barcelona: la storia del Clásico

Il derby di Madrid accende la Liga

 

abbonamenti Studio Samo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.