sabato 22 Febbraio 2020

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

La Signora è avvisata: il Diavolo l’aspetta!

Milan Juve: finalmente ci siamo! Milan Juve, oggi è il grande giorno. Non so voi ragazzi, ma io mi son addormentato pensando al big match di stasera e mi son alzato sempre con lo stesso pensiero: questa sera dovremo vendere cara la pelle e dovremo, se possibile, strappare una vittoria per dare una spinta alla squadra e tenere vivo il Campionato,...

Abbraccio rossonero: Milan prima le pareggiavamo, ora NO

Dopo Empoli il Milan trova nuova forza per credere al sogno europeo. Tre punti che un anno fa avremmo lasciato per strada e invece sabato sono diventati nostri Milan: un primo tempo di vecchi spauracchi Un anno fa in terra toscana finì 2-2. Sabato sera, invece, è finita 1-4 o 4-1, che dir si voglia. La creatura di Montella, pur senza...
Ringhio tensione

Milan: i rossoneri sono un gatto che si morde la coda

Il milanista deluso e convinto: Empoli-Milan 1-1. Altri punti persi e la chimera del secondo tempo Il milanista dichiara: siamo di nuovo qua, a commentare punti persi! La squadra contro l’Empoli si è comportata egregiamente, tatticamente parlando. Biglia interpretava il ruolo davanti alla difesa alla perfezione, si abbassava a livello dell’area per raccogliere le palle di Donnarumma e si inseriva in...
Spogliatoio Milan

Buon compleanno, Milan!

Il 16 dicembre 1899 nasceva il Milan Football & Cricket Club, diventato poi l’attuale AC Milan. Ripercorriamo in questo articolo i primi 120 anni della società rossonera. Buon compleanno Milan L’ormai lunga storia del club rossonero ha vissuto periodi di crisi e di rinascita. Momenti di difficoltà e momenti di gloria. Come per molte altre realtà sportive e non solo,...

Sprofondo Rossonero

Una squadra senza "capa" né coda Che disastro! Questa è una squadra da rifondare. Solamente la scorsa estate sono stati spesi 250 milioni di euro. Ai tempi dissi, forse scaramanticamente o forse realisticamente, che sarebbe stato il campo a giudicare e così è stato. La partita di ieri sera è il culmine di una stagione iniziata male e proseguita peggio, condita...

Road to Derby, siete pronti Rossoneri?

Il tanto atteso Derby della Madonnina è alle porte, siete carichi ragazzi? Il Derby della Madonnina è sempre più vicino e, come non accadeva da un po' di anni ha un sapore particolare: quello della Champions League. Sì, perchè sia noi che i cuginastri dobbiamo mantenere il passo necessario per tenere lontano le romane e chissà, dovessimo aggiudicarci la stracittadina, un...
sipario

LE PAGELLE ROSSONERE : MILAN, ORA L’EUROPA NON E’ PIU’ UN MIRAGGIO

Per il Milan era una gara che poteva nascondere qualche insidia e minare il cammino verso l'Europa. Fortunatamente i giocatori Rossoneri sono scesi in campo con la giusta concentrazione e, complice un Palermo impalpabile, hanno letteralmente camminato sulle ceneri dei rosanero. Sono tre punti d'oro in ottica europea e in avvicinamento al derby di Milano Dopo il passo falso contro...

Il pagellone rossonero: se non ti lecchi le dita, godi solo a metà

Proprio così, godi solo a metà. Il motivo? Beh, se non chiudi le partite... Ci risiamo, nuovo corso, vecchia storia. Inutile nascondersi dietro al tanto acclamato "bel giuoco". Siamo una squadra a metà e così rimarremo per tutto l'anno. Salvo stravolgimenti. Milan e Atalanta non vanno oltre il punteggio di 2 a 2. Per essere precisi, il Milan non "ammazza "...

Il pagellone rossonero: Higuain, il bomber che mancava

Higuain trascina il Milan a suon di gol e il Milan trascina Higuain. Che intesa con Suso, ben oltre le aspettative Higuain, da quando è approdato al Milan, ha già messo a segno 6 reti su 7 match disputati e sono ormai 5 i gol consecutivi. Numeri da capogiro un po' per tutti. Soprattutto per una tifoseria che, come lo...
sipario

Il Pagellone Rossonero: Milan, buonanotte ai “suonatori”

Il Milan di Montella incassa la terza sconfitta consecutiva. Su novanta minuti ne gioca quindici e il suicidio, leggendo la formazione iniziale, era nell'aria. Palese il miglioramento con le due punte e Suso in un ruolo a lui più consono La situazione del Milan è al limite del  drammatico Il Milan incassa una sconfitta via l'altra. Nonostante questo l'Aeroplanino continua con...