venerdì 2 Ottobre 2020
abbonamenti Studio Samo

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

Bonaventura: unico superstite a Benevento

Nel pomeriggio più nero della stagione del Milan l'unica fiamma di speranza potrebbe essere Jack Bonaventura; il numero 5 che, finalmente direi, torna a giocare ai suoi livelli. Sceneggiatura degna del miglior Stephen King e regia magistrale alla Steven Spielberg per disegnare l'opera perfetta che mette il punto esclamativo sulla stagione dei rossoneri. E siamo solamente a dicembre. Nonostante una bruttissima...
Elettra Lamborghini Milan

Gossip sportivi: Elettra Lamborghini, passione rossonera

Elettra Lamborghini: Sanremo 2020 e il Milan Elettra Lamborghini, in gara a Sanremo in questi giorni, ha una passione sportiva: Il Milan! Eh si, cosa devo dirvi. Il Milan è sempre il Milan. E difatti ha delle tifose di super eccellenza! Per esempio? Un altro nome del mondo femminile è Giorgia Palma, ex velina e presentatrice per Milan TV. La giovane ereditiera,...
rientro Caldara

Atalanta – Caldara: è fatta

Il difensore è già a Bergamo per svolgere le visite mediche. A breve l'ufficialità La cessione di Caldara all'Atalanta è ormai cosa certa. La formula è quella del prestito per 18 mesi con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. Il Milan probabilmente manterrà una percentuale sull'eventuale futura rivendita. Pare che le volontà del giocatore abbiano giocato un ruolo fondamentale...

Piatek e Paquetà lanciano il Milan in orbita

Piatek e Paquetà hanno avuto un impatto devastante in Casa Milan, ben oltre le più rosee aspettative 5 reti in 6 partite per Piatek. Numeri da capogiro ed esordio migliore addirittura di mostri sacri quali sono stati Kakà, Shevchenko ed Oliver Bierhoff. Ecco, coi paragoni è bene andarci piano, ma l'impatto che il polacco ha avuto a livello realizzativo è fuori...

Le chiacchiere stanno a zero, le responsabilità sono chiare e ben distinte…

La tragedia avvenuta a Torino, in Piazza San Carlo, durante la finale di Champions poteva essere evitata, bastava fare soltanto quello che, di norma, si fa durante questo tipo di manifestazioni. Una tragedia che mi fa incazzare come non mai, specie sapendo che poteva benissimo essere evitata seguendo semplicemente le procedure standard per questo tipo di manifestazioni. La cosa ancora...
sipario

Il Pagellone Rossonero: non è che aveva ragione Cassano?

Un branco di "scappati di casa". Son cambiati gli interpreti dai tempi di Cassano, ma probabilmente aveva ragione lui. Il Milan non è più il Milan e si attornia solamente di mezzi giocatori e dirigenti dal dubbio passato. Pensare di risollevare la squadra con questi pivelli in campo è ormai utopìa Anche il Rijeka ci ha messo i piedi in...
Gabbia Milan

Gabbia Milan: un ottimo inizio! Conosciamolo meglio

Ecco chi è Matteo Gabbia, il giovane difensore del Milan È il 17 febbraio, il Milan affronta il Torino. Dopo pochi minuti di gioco, Kjaer accusa un dolore muscolare e chiede il cambio. Musacchio sente un dolore al polpaccio nel riscaldamento ed ecco che Matteo Gabbia si trova improvvisamente catapultato in campo per il suo primo match di Serie A....

Milan-Udinese: davvero pensavate fossimo il Milan di Ancelotti??

Ma dopo questo 1-1, questo Milan-Udinese, cosa resta da dire? I tifosi sono certamente delusi. Lo stadio ieri sul pari ha spinto, ma la squadra non ha trovato la vittoria. Non siamo il Milan di Carletto e non lo siamo mai stati! Milan-Udinese: fine delle illusioni Inutile illudersi ancora, forse inutile anche spingere la squadra, spronarla. C'è un limite tecnico e...
sipario

Il Pagellone Rossonero: ma dove vai, se la squadra non ce l’hai

Quella che stiamo vedendo quest'anno, non è una squadra. Inutile girarci attorno. Il Milan continua a stentare, gioca male e non vince. Il punto regalato ieri al Benevento non è altro che l'ennesimo tassello che si va ad incastrare al punto giusto in una stagione tutta sbagliata Come prima da allenatore della squadra maggiore, per Gattuso, non poteva esserci esordio...

Giampaolo-Milan: il dado è finalmente tratto !

Giampaolo e il Milan sposi, finalmente è tutto ufficiale Giampaolo ha voluto fortemente il Milan ed il Milan ha voluto fortemente Giampaolo. Questo è alla base del legame tra le parti iniziato ieri e che durerà non meno di due anni con l'opzione per il terzo. Giampaolo: perchè proprio lui? Facile, è un allenatore vero ed un maestro di calcio. Poche storie,...