venerdì 3 Luglio 2020
abbonamenti Studio Samo

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

sipario

LE PAGELLE ROSSONERE: MILAN, CHE STA SUCCEDENDO?

  Il Milan che inanellava ottimi risultati, ma sopratutto belle prestazioni non c’è più. Non eravamo scarsi prima di Dicembre e non lo siamo ora, ma qualcosa nel gioco dei Rossoneri si è inceppato, cerchiamo di capire il motivo   Terza sconfitta in una settimana. Questo è quello che recita il ruolino di marcia del Milan. Siamo passati da una media di...
sipario

LE PAGELLE ROSSONERE: MILAN, VAI AVANTI E NON VOLTARTI

Il Milan resta agganciato al “treno” per l'Europa e conquista altri tre punti d'oro contro una diretta avversaria : la Fiorentina. Nonostante assenze illustri tra le fila Rossonere, Montella è riuscito a disegnare una squadra compatta e solida. Con questo carattere, forse, l'Europa League non sarà un miraggio ma un papabile obbiettivo. Altri rallentamenti di rendimento non saranno ammessi...

Bidoni Storici – Milan, ti ricordi di Josè Mari?

Bidoni Storici, la rubrica che rispolvera dal passato tutti i bidoni che hanno avuto il privilegio di calcare i campi della nostra Serie A. Oggi parliamo di José María Romero Poyón, meglio noto come José Mari, attaccante spagnolo classe 1978. José Mari cresce calcisticamente nelle giovanili del Siviglia, con la quale debutta a 19 anni nella Liga, esattamente durante il match con la...
asmir begovic milan

Asmir Begovic: un portiere con un record molto particolare

Begovic: 33 anni, bosniaco è il nuovo Reina del Milan. Ma che portiere é? Asmir Begovic è, da pochi giorni, un nuovo giocatore del Milan. La minirivoluzione invernale che pare stia per colpire il Milan in questa sessione di mercato non risparmia nemmeno i portieri. Reina, infatti, si è trasferito in prestito all’Aston Villa per i prossimi sei mesi. Urgeva...
roma milan

Roma – Milan: il festival degli errori (e degli orrori)

Roma – Milan termina 2 a 1, i rossoneri non si rialzano; decisivi i diversi errori individuali dei rossoneri. Devo essere onesto, prima di Roma-Milan ero silenziosamente fiducioso. Nella prima partita sotto la gestione di Pioli avevo notato alcuni segnali di miglioramento nonostante il pareggio finale. Certo, abbiamo giocato contro il Lecce a San Siro, non esattamente uno degli impegni...

MILAN: senza Higuain si gioca meglio

A Genova il Milan strappa tre punti con le reti di Borini e Suso. Senza Higuain i Rossoneri agganciano il quarto posto. Senza Higuain si gioca meglio? Le due squadre hanno messo in scena una partita combattuta. Nel primo tempo meglio il Genoa ma, nella ripresa, i Rossoneri sono scesi in campo con uno spirito diverso e sono riusciti a portare...

Daniel Maldini rinnovo e prima convocazione. Continua la dinastia?

Daniel Maldini fresco di rinnovo fino al 2024 oggi è convocato. Continua la dinastia di famiglia? Daniel è le qualità e questo si era già capito questa estate. Ora è il momento di vederle in pratica. Il Milan ha deciso di dar fiducia al ragazzo, non solo per il glorioso cognome dinastico, ma anche perché è un prospetto interessante. Data...

Lettera a Montella

Caro il mio Vincenzino Montella, tu non mi conosci ma io sono un o dei tanti tifosi d'Italia che il lunedì mattina al bar si trasforma nel Fabio Capello di turno e racconta ai colleghi o agli amici come avrebbe vinto la partita del weekend precedente. L'ho fatto anche con te, e quest'anno mi è capitato parecchie volte purtroppo.   Ti scrivo...
sipario

Il Pagellone Rossonero: “e sotto al Maestrale, spumeggia il Generale”

Ieri ci ha pensato il Generale. Nonostante il Maestrale, che da giorni sferza la Sardegna, Cagliari Milan si è regolarmente giocata. A parte qualche problema sui rinvii e sulle respinte dei portieri, azioni viziate non ce ne sono state. Partita di carattere per il Diavolo di Gattuso e prima rimonta da situazione di svantaggio. Era ora! Il Milan targato Gennaro...
Milan - Roma 2-1 stadio

Higuain, ora viene il bello!

Higuain ha già le gambe sotto il tavolo apparecchiato per il buffet Higuain sorride al calendario ed il calendario sorride a Higuain. Stanno arrivando nell'ordine: Cagliari, Atalanta, Empoli, Sassuolo e Chievo. Squadre contro cui, il Pipita, ha realizzato ben 33 reti in carriera a fronte di 41 partite disputate. Numeri che, come direbbe il tecnico del secondo arancio Stefano Miccoli,...