venerdì 3 Luglio 2020
abbonamenti Studio Samo

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

riapertura stadi regole

Coppa Italia Milan: male, male,male

Milan-Lazio 0-1. Rossoneri siamo fuori dalla finale per una prestazione indegna. Fra tanti di noi aleggia delusione, rabbia e mutismo. Milan-Lazio 0-1: la peggior partita dell'anno Male, male, male, male e ancora male. Non ci viene in mente altro. Stiamo zitti fra summit che non risolveranno nulla e processi contro tutto e tutti e perfino contro la storia. Perché questa eliminazione,...
roma milan

Roma – Milan: il festival degli errori (e degli orrori)

Roma – Milan termina 2 a 1, i rossoneri non si rialzano; decisivi i diversi errori individuali dei rossoneri. Devo essere onesto, prima di Roma-Milan ero silenziosamente fiducioso. Nella prima partita sotto la gestione di Pioli avevo notato alcuni segnali di miglioramento nonostante il pareggio finale. Certo, abbiamo giocato contro il Lecce a San Siro, non esattamente uno degli impegni...

5 cose che abbiamo imparato da MILAN-TORINO

Uno scialbo 0-0 ferma il cammino del Milan. Due punti persi che avrebbero permesso l’allungo sulle inseguitrici e la possibilità di riacciuffare i cugini. Dunque cosa abbiamo imparato da questo Milan - Torino? 1- Occasione sprecata Quando bisogna fare punti il Milan floppa. Purtroppo questo pensiero sta diventando consuetudine. Questo pareggio ci sta stretto in termini di classifica. Ma sul campo è stata una partita...
juventus milan statistiche

Juventus-Milan: tutta la storia della sfida delle sfide

Juventus-Milan rimborso biglietti Per ora chiaramente, con gli stadi chiusi, non c'è possibilità di assistere al match di ritorno di Coppa Italia. Per il discorso di rimborso biglietti sia per sfide singole che per l'abbonamento annuale, per ora non ci sono notizie certe. Secondo il Corriere dello sport del 4 giugno la Juventus ha rimborsato i biglietti singoli (solo quelli, no...

ABBRACCIO ROSSONERO : NIANG, SE CI SEI BATTI UN COLPO

Dura ormai da diverse settimane il periodo negativo del giovane attaccante francese Niang. Necessario un cambio di rotta in vista della finale con la Juventus a Doha se vuole mantenere la maglia da titolare   Un filotto di partite cosi brutte, Niang, non le inanellava da almeno un paio di stagioni. Fino ad ora ha realizzato solo tre reti in questo scorcio...

Il Pagellone Rossonero: zero punte disponibili, quattro gol

Zero punte e quindi niente gol? Niente di più sbagliato, contro il Sassuolo, a livello offensivo, si è forse visto il miglior Milan della stagione. Almeno in attacco Quattro gol e tre punti portati a casa. Non fosse stato per quella traversa iniziale di Suso, forse, la goleada sarebbe stata anche maggiore. Buonissima la prova di Abate, esperienza al servizio...
Zaracho Milan

Zaracho Milan: si fa sul serio

Il Milan non molla Zaracho. Conosciamo meglio le sue caratteristiche La pista Zaracho-Milan è ancora molto calda. Ci sono stati nuovi contatti in questi ultimi giorni, e non sono i primi. Infatti, il giovane argentino era già entrato nei radar rossoneri nell’ultima sessione di mercato ma non è stato trovato l’accordo. Zaracho è un calciatore di cui si parla un...
sipario

LE PAGELLE ROSSONERE: MILAN, GAME-SET-MATCH

Come da molti immaginato, ma da altrettanti scaramanticamente negato, il Milan era favoritissimo nella sfida valevole per il play-off di Europa League contro lo Shkendija. Ben sei le reti rifilate ai macedoni Io per primo avrei scommesso su una vittoria del Milan contro la squadra macedone, ma mai avrei detto con un simile scarto. Il risultato finale riporta infatti un...

Milan: una breve storia triste

C'era una volta il Milan di Berlusconi. C'erano una volta Adriano Galliani e Ariedo Braida. Era una società seria che in 30 ha vinto tutto (più volte) ed ha conquistato il vertice del calcio mondiale. Gli olandesi di Sacchi, gli invincibili di Capello e l'albero di Natale di Sir Ancelotti. Van Basten, Savicevic e Shevchenko tanto per citare qualche...

Calciomercato Milan: dalla corrida esce il Matador

Milan-Reina è fatta. Inizia a marzo il calciomercato dei rossoneri con l'accordo tra il portiere spagnolo e la società meneghina. Che io ricordi non c'è mai stata una campagna faraonica come quella della scorsa estate negli uffici rossoneri. Ma se l'anno scorso è partito tutto a giugno, quest'anno i regali sembrano arrivare prima. Il portiere del Napoli Pepe Reina ha trovato...