sabato 22 Febbraio 2020

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

Chi è Florentino Luis

Florentino Luis: ecco chi è il nuovo nome del mercato del Milan

Chi è Florentino Luis? Scopriamo meglio le sue caratteristiche Il Milan vorrebbe acquistare il giovane centrocampista portoghese, Florentino Luis, prima del 31 gennaio. Una trattativa complicata, come già sottolineato da diversi addetti ai lavori, ma non ancora chiusa. Siamo ormai giunti alle battute finali di questa turbolenta sessione di mercato invernale. A differenza degli altri anni, dove i pochi colpi importanti...
Cessione Milan Arnault

Cessione Milan: si tratta con Arnault, l’uomo più ricco d’Europa

Bernand Arnault sembra interessato ad acquistare il Milan. Ecco chi è il magnate francese Sul campo i risultati non arrivano, bisogna dunque accedere ai piani alti per respirare un po’ d’aria speranzosa: pare che il fondo Elliott stia trattando per la cessione del Milan ad Arnault, l’uomo più ricco d’Europa. Chi è Bernand Arnault Bernand Arnault è un imprenditore francese, proprietario del...
Elettra Lamborghini Milan

Gossip sportivi: Elettra Lamborghini, passione rossonera

Elettra Lamborghini: Sanremo 2020 e il Milan Elettra Lamborghini, in gara a Sanremo in questi giorni, ha una passione sportiva: Il Milan! Eh si, cosa devo dirvi. Il Milan è sempre il Milan. E difatti ha delle tifose di super eccellenza! Per esempio? Un altro nome del mondo femminile è Giorgia Palma, ex velina e presentatrice per Milan TV. La giovane ereditiera,...
Sconfitte Milan

Le 5 sconfitte più umilianti del Milan negli ultimi 30 anni

Atalanta-Milan 05: la mazzata di Bergamo nelle Top negative dei rossoneri Va dritta dritta non nelle imprese, ma nelle umiliazioni della storia rossonera. Atalanta-Milan di ieri resterà impressa nella memoria dei calciofili, degli statistici e dei tifosi. Un'umiliazione durata 90'. Il Milan non ha mai visto la porta avversaria o quasi. Una squadra splendida e luminosa per gioco e per...
milan juventus

Verso Milan-Juventus: gara affascinante, ma troppo costosa

Milan-Juventus: giovedì 13 febbraio semifinale di vecchio stampo Dopo la passeggiata con l’Udinese e la partita dalle due facce contro la Roma. In Coppa Italia Milan-Juve è la succulenta semifinale. Dall’altra parte Inter e Napoli a riprova che la competizione è ritornata ad essere un trofeo prestigioso. Il cammino di coppa Italia Milan Juve La Juve ci è arrivata sbarazzandosi dell’udinese quasi senza...

Stadio Meazza San Siro, storia e origine di un mito all’alba di una nuova...

Stadio San Siro o Meazza: conosciamolo meglio, storia e origine di un mito Piero Pirelli, presidente Rossonero nel  1925, decise e promosse l'idea per la costruzione di un impianto vicino al Trotto. Lo stadio San Siro venne costruito interamente a spese dell'allora patron Milanista, coadiuvato dall'ingegner Cugini e dall'architetto Stacchini. La capienza iniziale? Ben 35.000 persone! Mica poche per l'epoca. Solamente...
Bigliai regista

Tattica Milan – Biglia: l’intuizione geniale di Gattuso

Dopo Napoli s'è vista un Milan nuovo. Sopratutto per la posizione di Biglia. Un risvolto tattico non da poco A dispetto della partita di Napoli, contro la Roma si è visto un Milan del tutto nuovo, ma andiamo per gradi, partendo dal presupposto che a Napoli, diversamente da quanto detto e stradetto dalla critica, non si è affatto visto un...
Bigliai regista

AAA cercasi regista urgentemente

Il regista, questo sconosciuto La scorsa stagione pensavamo di aver risolto il problema del regista con l'acquisto di Lucas Biglia. Al momento, mai previsione fu più sbagliata. Da quando si è accasato a Milanello non ha fatto altro che inanellare prestazioni sottotono e irritanti, talvolta capaci di creare il rimpianto per un altro fallimento in quel ruolo quale è stato...
Rafael Leao

Rafael Leao: la fievole speranza a cui si aggrappano i tifosi. Conosciamo meglio le...

Nonostante un derby perso malamente, si intravede una piccola luce in attacco Il Milan si lecca le ferite in seguito alla sconfitta nel derby giocato sabato sera in cui ha esordito dal primo minuto Rafael Leao. La partita ha mostrato che l’Inter è oggi una squadra più in forma, più organizzata e, appunto, più “squadra” rispetto ai cugini rossoneri. Ma...
milan juventus coppa italia

Milan-Juventus: peccato, peccato, peccato – Ora sotto con il Toro

Milan-Juventus 1-1: risultato amaro e ora servono i 3 punti contro il Toro Certo l'amarezza è lì. La assapori sulle labbra. E non ti passa molto facilmente. La sensazione netta, anzi nettissima che hai giocato due buone partite, ma da rossonero torni a casa con un pugno di mosche. Un derby buttato nel cesso in stile finale di Champions League 2005:...