venerdì 2 Ottobre 2020
abbonamenti Studio Samo

Blog Milan

Milan Blog, è la la pagina dedicata di TifoBlog che raccoglie tutti i tifoarticoli sui diavoli rossoneri e cerca di trasmettervi l’emozione del tifoso Milanista. Contattaci e partecipa anche tu.

Il Milan Football e Cricket Club nasce nel 16 dicembre 1899 presso la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, per volontà di Herbert Kilpin. Un anno dopo il Diavolo è già campione d’Italia. A seguire due scudetti consecutivi (1906/1907), la Coppa Federale (1916). Poi nel 1919 il cambio nome in Milan Football Club e l’esordio allo stadio San Siro. Nel dopoguerra la squadra diventò Associazione Calcio Milan e vinse il quarto trofeo nel 1950-51 più la Coppa Latina dello stesso anno. E’ il momento dell’esplosione del trio svedese Gre-No-Li, ovvero Gren -Nordhal-Liedholm e della base italiana Buffon, Maldini, Bagnoli e Schiaffino. Il Millan vince la Coppa Latina nel ’56 e altri tre campionati.

Con l’era Nereo Rocco il Milan vince l’ottavo scudetto con protagonista Altafini e il capitano Gianni Rivera. Inizia l’epopea europea del Diavolo rossonero. 1962: con la vittoria contro il Benfica per 2-1 allo stadio di Wembley (marcatore Altafini con una doppietta). In questi anni, sotto la presidenza Rizzoli, il club vinse 4 scudetti, una Coppa Latina, una Coppa dei Campioni e fu edificato il centro di allenamento di Milanello.

Dopo quattro anni nel 1966/67 il Milan vinse la Coppa Italia a cui seguirono, complice il ritorno di Rocco, la Coppa delle Coppe nel 1967/68 e il nono scudetto. Nel 1969 Rocco ancora vinse la sua seconda Coppa dei Campioni e questa volta ai danni dell’Ajax di RInus Michels e Johan Cruijff. E dall’Europa i successi presto si estero al mondo, con la Coppa Intercontinentale contro l’Estudiantes.

Gli anni Settanta vedono pochi successi: Coppa italia ’72 e ’73 e la seconda Coppa delle Coppe. A fine del decennio arriva lo scudetto della prima e unica stella: è l’ex rossonero Liedholm con il decimo scudetto. Segue poi la prima retrocessione nel 1980 per lo scandalo Totonero del presidente Colombo. L’anno dopo il Diavolo vince la Mitropa Cup e torna in A. L’anno dopo la squadra meneghina retrocede nuovamente per meriti sportivi. La stagione successiva arrivò in A e poi iniziò il ciclo trentennale del presidente Berlusconi.

Prima il Milan di Sacchi degli olandesi Gullit-Van Basten- Rijkaard che nel 1989 e 90 vinse due Coppe dei Campioni, due Supercoppe europee e due Coppe Intercontinentali più la Supercoppa Italiana nel 1989.

Poi a seguire il Milan di Fabio Capello con i quattro scudetti consecutivi (1991 – 1995), più la Supercoppa italiana del 1993 e la Coppa dei Campioni 1994, con la celebre vittoria per 4-0 contro il Barcellona di Cruijff.

Il terzo ciclo di Berlsconi fu il mini-ciclo di Alberto Zaccheroni. Con lo scudetto 1998-99.

Il quarto ciclo memorabile fu quello di Carlo Ancelotti. Prima la Champions del 2003 contro la Juventus in finale. Poi la Coppa Italia dello stesso anno contro la Roma. L’anno dopo lo scudetto 2003-04 e la Supercoppa europea contro il Porto di Mourinho.

Dopo lo scandalo Calciopoli, con penalizzazione in serie A di -7 punti in partenza, Ancelotti si prese la rivincita contro il Liverpool per la finale persa a Instanbul nel 2005. Fu l’ultima Champions Milan: finale di Atene 2007. L’anno dopo, il Milan vinse la Supercoppa Europea contro il Siviglia e il suo primo Campionato del Mondo per club (ex Coppa Intercontinentale).

Il quinto ciclo vincente iniziò con l’era di Massimiliano Allegri. Al primo anno, nel 2011, vinse lo scudetto e subito dopo la Supercoppa Italiana. Poi nel 2014 l’allenatore toscano fu sollevato dall’incarico. Da quel momento in poi con gli avvicendamenti di ex campioni come Seedorf, Inzaghi, Brocchi, e il breve periodo del non rossonero Mihajlovic il Milan non ha più vinto nulla. Tranne con la parentesi Montella e la Supercoppa Italiana  Doha contro la Juventus nel 2016. Ultimo trofeo dell’era Berlusconi.

Poi l’imprenditore milanese ha venduto la società al cinese Li Yonghon e da qui l’affido della stessa al fondo di garanzia Elliot che ancora oggi controlla il club. Dal 2016 a oggi i rossoneri non hanno più vinto nulla e hanno rinunciato nell’estate del 2019 alla partecipazione in Europa League per il fair play finanziario.

Tutto il calcio mercato 2019 del Milan
Seguici su Facebook

top 11 storia Milan

La top 11 del Milan degli ultimi 30 anni

Top 11 Milan: Una squadra da sogno. Ibra il grandissimo escluso Divertiamoci a stilare una top 11 del Milan prendendo in considerazione soltanto i calciatori che hanno giocato con la maglia rossonera a partire dal 1990. Ciò che ne verrà fuori sarà sicuramente un team spaziale ma certe scelte sono pressoché impossibili da fare: Tassotti o Cafu? Nesta o Costacurta?...
Pobega

Pobega: chi è il baby talento del Milan appena ceduto in prestito allo Spezia...

Pobega: direzione Spezia Con un comunicato ufficiale, il Milan, comunica che, oggi 23 Settembre 2020, il gioiellino Pobega è stato ceduto in prestito con diritto di opzione e controopzione allo Spezia. Gli servirà per farsi le ossa. In pratica è un CBCR : cresci bene che ripasso! Avanti Harry Potter, fatti le ossa che l'anno prossimo sarai dei nostri, ne siamo certi. Pobega...

Stadio San Siro Meazza, storia e origine di un mito all’alba di una nuova...

12 Settebre 2020, altri ostacoli: memoria storica e diritti d'autore Come se non bastassero già tutti gli intoppi attuali, ecco che, a questi, si aggiungono altri due nodi da sciogliere: i diritti d'autore e la memoria storica. Il comune di Milano, spinto dalla richiesta di un vincolo storico relazionale sul Meazza, insieme al Ministero dei beni culturali, sta pensando di aprire...

Bidoni Storici – Milan, ti ricordi di Zizi Roberts?

Bidoni Storici, la rubrica che rispolvera dal passato, tutti i bidoni che hanno avuto il privilegio di calcare i campi della nostra Serie A. Nella nostra rubrica “Bidoni Storici”, oggi parliamo di Zizi Roberts, attaccante liberiano, classe 1979. Comincia la sua carriera giovanissimo, a soli 15 anni, quando con la maglia del Junior Professional, conquista la promozione nella massima serie liberiana. Nella stessa annata,...

Milan: l’anno 2019 è stato l’ennesimo reset, è ora di svoltare

Per il Milan, quest'anno 2019 è stato l'ennesimo reset, sia a livello societario, che di organico. E' ora di ripartire, altrimenti può diventare troppo tardi Per il Milan l'anno 2019 che sta per volgere al termine ha visto il Milan sulle montagne russe. Sfiorata la qualificazione Champions grazie ad un vero miracolo da parte di Gattuso, la dirigenza, ha "giustamente"...

Saelemaekers: il colpo alla Galliani che viene dalla Pro League

Alexis Saelemaekers:20 anni, belga, nuovo centrocampista e difensore del Milan. Che giocatore è? Il belga arriva al fotofinish in casa rossonera, con la responsabilità di sostituire il partente Suso. Conosciamo meglio il nuovo acquisto. Giorni di cambiamenti in Via Aldo Rossi. La società sembra aver modificato le modalità con cui andare sul mercato, tutelandosi dalle “fregature” degli ultimi anni (pensiamo al...

Giampaolo non è scemo, ma nemmeno un maestro

Il Milan di Giampaolo ha 6 punti su 9 disponibili ed ora arriva il derby. Se la classifica puo' sorridere, il gioco piange. 3 tiri in 5 tempi disputati fin qui sono un tabellino tristissimo L'anno scorso era colpa di Gattuso, prima di Montella. Non vado troppo indietro se no la lista non finisce più. Non è che invece ad...
sipario

Derby, le pagelle rossonere : condottiero Jack, ma che classe Suso!

  Diamo i voti ai nostri giocatori dopo la battaglia del derby: fuoriclasse Suso e Jack vero leader . Deludono Niang e Kucka che forse avrebbe bisogno di rifiatare un po'. Buona prestazione in fase difensiva per la coppia Paletta-Gomez   Donnarumma : 6 - Non delude quando è chiamato in causa, gli avversari per segnare o " sfornano" tiri da antologia o devono...
Milan maglia

Milan: come spendere bene i soldi di gennaio

Fassone prima dell'inizio del mercato di riparazione ha annunciato che il Milan non farà nuovi acquisti a gennaio. Le motivazioni sono principalmente due: non ci sono ulteriori fondi nelle casse del Diavolo e ha paura di commettere altri errori eclatanti. La strategia "forzata" della dirigenza del Milan potrebbe, in maniera del tutto casuale, avere un senso logico. Non comprare nessuno...

ABBRACCIO ROSSONERO: Emergenza centrocampo in vista del Crotone

Numerosi gli infortuni a metà campo e uno su tutti preoccupa l'Aeroplanino: l'assenza di Bonaventura. Al suo posto dovrebbe giocare Pasalic. Chance per Sosa. In difesa ballottaggio Antonini- De Sciglio, mentre in attacco quasi certa la presenza, ancora una volta, di Lapadula Statisticamente non è certo l'orario migliore per i Rossoneri: giocare alle 12.30 non ha portato grandi risultati, vediamo se anche...